you reporter

Economi

In Polesine, depositi bancari raddoppiati

Sui conti ci sono in media 21.967 euro. Il 129% in più del 2008.

In Polesine, depositi bancari raddoppiati

26/11/2018 - 19:06

I depositi bancari sono più che raddoppiati negli ultimi dieci anni. Segno non tanto che i rodigini siano più ricchi, rispetto al 2008, ma che investono meno, preferendo mantenere i propri soldi "liquidi", sui conti corrente.

A fornire questa fotografia è uno studio del Sole 24 Ore su dati Abi-Bankitalia. In base al quale emerge che i depositi bancari in provincia di Rovigo sono cresciuti del 129% rispetto al 2008. Insomma, in dieci anni l’ammontare dei depositi sui conti correnti è più che raddoppiato.

In media, secondo lo stesso studio del Sole 24 Ore, ogni polesano oggi può contare su depositi bancari di 21.967 euro e 60 centesimi. Questa, ovviamente, è la media. Che ci colloca al 51esimo posto in classifica a livello nazionale.

Anche da questo studio, comunque, emerge che i polesani sono i più poveri della regione. Perché le altre province del Veneto sono tutte davanti. Treviso è terza con 42.866 euro di depositi medi pro capite, con un incremento del 237% rispetto a dieci anni fa. Verona è decima con poco più di trentamila euro a testa (+130%), Vicenza segue al dodicesimo posto con 28.847 euro (+137%). Padova è 25esima con 25.650 euro (+93%), Belluno è 33esima con 23.944 euro (+158%), mentre Venezia è 39esima con 22.834 euo (+101%).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl