you reporter

Teatro Sociale

Questa città è una fucina di talenti

Dieci artisti emergenti si sono esibiti sul palco del Sociale: un trionfo. Il sindaco Bergamin ai ragazzi: “Sono sempre stato un ribelle e un sognatore, senza paura”.

02/12/2018 - 16:49

Rovigo si è rivelata un’insospettata fucina di talenti. Questa la piacevole sorpresa dello spettacolo andato in scena al teatro Sociale sabato, “Art teatro-Artisti rodigini talentuosi)”, che l’assessorato alla cultura ed alle politiche giovanili del comune ha organizzato con il Forum dei giovani.

Molto più che uno degli ormai prolifici talent show, perché ha permesso di mettere in luce giovani eccellenze artistiche del nostro territorio, dando loro una possibilità di farsi conoscere esibendosi di fronte non ad un pubblico estraneo, ma davanti ad una platea familiare e vicina, accorsa numerosa a vederli e sentirli, tanto da riempire in tre giorni l’intero teatro.

Un teatro, che in vista del suo prestigioso duecentesimo compleanno, quest’anno propone una ricca stagione insieme a nuove pregevoli iniziative, capaci di coinvolgere anche un pubblico più giovane, obiettivo particolarmente a cuore all’assessore della cultura e delle politiche giovanili Alessandra Sguotti, la quale nella serata si è simpaticamente prestata a fare da “valletta” al “suo Pippo Baudo” - come l’ha ribattezzato - ovvero al debuttante presentatore Leonardo Vallese, segretario del Forum Giovani Rovigo.

Del resto, tutto lo spettacolo si è svolto in un clima di simpatica allegria con una punta di goliardica ironica scherzosità, a cui si è prestato anche il sindaco Massimo Bergamin in una “presunta estemporanea” intervista con tanto di divanetto sul palcoscenico, da parte di un poco intimorito Giacomo Gasparetto, presidente del Forum, durante la quale il primo cittadino ha ammesso di essere sempre stato in gioventù come ora “un ribelle e sognatore senza paura”.

Quanto al Forum Giovani, ha colto l’occasione all’inizio di presentarsi nella sua variegata composizione e diverse attività: nel Fai con Giacomo Ruzante, nella Cri con Alberto Indani, nel Teatro Nexus con Giacomo Capovilla, vicepresidente del Forum e la 14enne Zoe (la più giovane).

Quindi, tra un siparietto comico e l’altro, si sono avvicendati i dieci protagonisti, selezionati con un pubblico bando, tra ragazzi dai 14 ai 35 anni residenti nella provincia di Rovigo, da un’apposita commissione costituita dal direttore artistico del teatro Sociale Claudio Sartorato, dal direttore artistico del Teatro Stabile di innovazione La Piccionaia (Carrara) Carlo Presotto e da Angela Scorzoni per il Forum Giovani.

L’appuntamento, dato il grande successo, è già proiettato alla seconda edizione, per il prossimo anno. E c’è già chi l’attende con impazienza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl