you reporter

Occhiobello

“Lascio un comune cresciuto”

Dopo 28 anni il primo cittadino si fa da parte. Ultimo regalo? “Il nuovo polo scolastico dell’infanzia”.

“Lascio un comune cresciuto”

“Concludo la mia esperienza amministrativa iniziata nel 1980, quando gli abitanti erano 8mila e lascio oggi un paese di 12mila persone, che continua a crescere dal punto di vista demografico, più unito e dotato di servizi”. Il sindaco Daniele Chiarioni ha incontrato  i giornalisti per la conferenza stampa di fine anno che è stata anche l’occasione di un sintesi di una carriera amministrativa che terminerà a maggio 2019.

Non avrò altri incarichi ed è mia intenzione dare continuità all’esperienza innovativa di ‘Io scelgo Occhiobello’, abbiamo lavorato in questi anni sulla base di un programma su cui si sono spese le persone al di là dell’appartenenza politica, stiamo pensando alle primarie e a un probabile confronto fra un candidato che abbia già esperienza amministrativa e una personalità esterna” annuncia il primo cittadino.

In tema di elezioni, il sindaco ha annunciato l’accordo sfumato per una fusione con Stienta, Canaro e Gaiba  che avrebbe potuto concretizzarsi nel 2021 creando un comune di 20mila abitanti: “La fusione non si sfarà perché il comune di Stienta ha deciso di sfilarsi, tutto legittimo, ma questo mette in discussione un percorso avviato nel 2014 di condivisione dei servizi e del personale dipendente, partecipazione a bandi di cui hanno potuto beneficiare entrambi i comuni, tuttavia a fronte di tale passo indietro, alla scadenza del 31-12-2019 la convenzione non sarà rinnovata”.

Il sindaco ha ricordato quanto il 2018 abbia impegnato il comune nella gestione della viabilità del ponte: “Non è stato facile perché il cantiere era dell’Anas, ma siamo riusciti a governare i disagi mettendoci a disposizione per informare i cittadini, distribuire i Telepass, garantire il pedaggio autostradale gratuito, spingere per la contrazione dei tempi del cantiere e organizzare il trasporto via fiume che, dato il successo, vorremmo ripetere”.

Il 2018 è stato anche l’anno in cui due grandi aziende hanno scelto Occhiobello: Jean Klebert e Miswaco hanno da poche settimane aperto gli stabilimenti nella zona artigianale del comune. Guardando al 2019, il sindaco ha anticipato che l’investimento più significativo in termini economici e di servizi al cittadino sarà il polo scolastico per l’infanzia a Santa Maria nord. Si tratta di un progetto selezionato a livello regionale e ammesso a un finanziamento pubblico di 4,5 milioni di euro: all’Inail spetterà l’acquisizione del terreno comunale di via della Costituzione e la costruzione della struttura, al comune la progettazione e la fornitura degli arredi. Il progetto prevede una scuola per la fascia zero-sei anni (fino a 150 bambini), ‘modulare’, cioè adattabile alle esigenze demografiche che potrà fare fronte alle liste d’attesa e alla migrazione verso strutture di altri comuni.

Tra gli altri lavori pubblici del 2019, vi sarà l’ampliamento del bacino di laminazione in via Piersanti Mattarella (35mila euro), due passaggi pedonali sull’Eridania dotati di aiuola centrale (36mila euro) di fronte alla scuola materna e all’incrocio con via Bassa, l’allestimento della ‘casa del custode’ a Occhiobello come luogo culturale che è stato ristrutturato grazie a un finanziamento Gal (200mila euro), il parco inclusivo (70.500 euro) cofinanziato dalla fondazione Cariparo, il collegamento ciclabile tra la via Boccalara e via della Pace (20mila euro).

Il sindaco ha ringraziato i colleghi di giunta di cui ha sottolineato la capacità di lavoro di squadra, con l’obiettivo del bene della collettività. Erano presenti all’incontro gli assessori Irene Bononi, con delega alla Polizia locale e al commercio, Laura Pasquini che segue i Servizi sociali e Davide Valentini, delegato ai Lavori pubblici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl