you reporter

Commercio

Plateatici, concessioni a rischio

Dal nuovo anno gli esercizi si devono adeguare al regolamento: i permessi sono scaduti. Vittorio Ceccato (Confesercenti): “Nessuna risposta alla richiesta di chiarimenti al Comune”.

03/01/2019 - 20:33

I permessi temporanei per i plateatici sono scaduti a fine anno: dal primo di gennaio gli esercizi dovranno adeguarsi al regolamento in vigore prima del regime transitorio.

“I permessi sono scaduti - dice Antonella Savogin, direttore di Confesercenti - quindi, i locali si dovranno adeguare al regolamento sui plateatici in vigore. Va dunque verificato se lo rispettano. Ma sarà necessario attendere la prossima settimana, visto che siamo ancora in un periodo di festività. Dunque, nei prossimi giorni, al rientro dalla sosta, verificheremo, facendo un passaggio con i nostri associati, la loro situazione, quindi se sono in regola o meno”.

Da tempo si parla di cambiamenti nelle norme che regolano i dehors, ma non risulta essere stata ancora varata la normativa. Al momento, dunque, sono in vigore le norme precedenti al permesso temporaneo. Anche se si sta lavorando per preparare il cambio della normativa. “Ci vorrà del tempo per preparare le modifiche al regolamento attuale”, conclude il direttore di Confesercenti.

“So che prima della fine dell’anno ad alcuni esercizi pubblici è stato comunicato l’obbligo di adeguarsi alla normativa vigente - dice Michele Raisi, vicedirettore di Confesercenti - ma per ogni tipo di aggiornamento bisognerà attendere i primi giorni della prossima settimana”.

Sul punto, interviene anche Vittorio Ceccato, presidente di Confesercenti. “Stiamo ancora attendendo risposte alle interrogazioni che abbiamo fatto sulla questione dei plateatici - spiega Ceccato - il regolamento dovrebbe essere in corso di modifica. Abbiamo avanzato una richiesta di chiarimenti al Comune, a dicembre, sulla questione e come verrà regolamentata. Ma prima della sosta natalizia non abbiamo ricevuto risposta. E’ chiaro che chi non è in regola, si dovrà adeguare”. Ad oggi, con riferimento ai primi giorni dell’anno, il punto è anche capire se sono stati effettuati dei controlli.

Dunque, sulla vicenda plateatici non c’è alcuna certezza. Anche se l’amministrazione comunale intende cambiare radicalmente il regolamento vigente. Di certo, deve essere assicurata, da parte del Comune, piena chiarezza su quelle norme del regolamento dehors che per qualcuno sollevano dubbi e interpretazioni.

Va considerato che la concessione per i plateatici agli esercizi era stata rilasciata “subordinatamente al rispetto del regolamento di occupazione del suolo pubblico mediante dehors o altre installazioni a carattere provvisorio”. Un regolamento che dà prescrizioni molto precise, in relazione al parere rilasciato dal settore dei lavori pubblici, per esempio con riferimento alla larghezza dell’area esterna o allo spazio da lasciare libero sul marciapiede per il passaggio di pedoni o carrozzelle, o, ancora, ai punti di appoggio a terra dei basamenti di ombrelloni, tavoli o sedie.

Indicazioni molto precise, che entro il 31 dicembre dovevano essere rispettate: in mancanza, la sanzione è la decadenza. Come si legge nella concessione ad ogni singolo esercizio: “Se, alla data del 31 dicembre 2018, sarà riscontrato che il destinatario della presente concessione non soddisfa tutti i requisiti stabiliti nel regolamento, questo provvedimento di concessione decadrà automaticamente al primo gennaio 2019”. Un rischio non da poco per i commercianti che non si sono ancora adeguati. Già, ma qualcuno si è ricordato che dal 2 gennaio andavano fatti i controlli? Ma soprattutto, qualcuno sa cosa controllare?

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl