you reporter

Area interna

“Due milioni di euro per i giovani”

I sette sindaci hanno risposto all’appello del ministero dell’ambiente. I primi cittadini: “I cambiamenti climatici sono ormai evidenti. Ci impegnamo per il territorio”.

“Due milioni di euro per i giovani”

I sindaci dell’Area interna contratto di foce Delta del Po rispondono all’appello del ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e sono solidali con i giovani del “Venerdì per il futuro”, Fridays For Future, la manifestazione organizzata dalla studentessa svedese Greta Thunberg che chiede ai governi politiche e azioni più incisive al contrasto del Climate Strike. L’Area interna contratto di foce Delta del Po è una delle quattro aree interne della Regione del Veneto che stanno attuando la Strategia nazionale aree interne (Snai) e nell’ottobre del 2016 è stata riconosciuta come “Area sperimentale nazionale”.

Sono interessati i Comuni di Ariano nel Polesine, Corbola, Loreo, Porto Tolle, Porto Viro, Rosolina e Taglio di Po che riceveranno fondi diretti da parte del governo centrale per il miglioramento dei servizi essenziali di cittadinanza (salute, scuola e mobilità) e da parte della Regione del Veneto per lo sviluppo locale (agricoltura, pesca e turismo), per un totale di quasi 10 milioni di euro.

La Strategia d’area elaborata dai sindaci con il supporto tecnico del Consorzio di bonifica delta del Po ha lo scopo di contrastare la marginalità del Delta del Po, nella direzione dello sviluppo sostenibile e nel perseguimento dei suoi obiettivi, fra cui la lotta al cambiamento climatico.

“I cambiamenti climatici sono ormai evidenti e il nostro impegno come sindaci del Delta del Po è rivolto al nostro territorio che attraverso la Strategia nazionale aree interne ha lanciato la sua ‘sfida di sostenibilità’ - dicono s sette sindaci - Abbiamo quindi deciso di investire sui nostri giovani e alla scuola abbiamo scelto di destinare quasi 2 milioni di euro. A breve la Strategia d’Area sarà approvata ed entro l’estate potrà essere avviata la realizzazione degli interventi, fra cui quelli programmati per la scuola e per i giovani del Delta del Po”. La nota, con la posizione comune, è stata inviata dopo l’incontro di ieri mattina dei sindaci al tavolo di coordinamento dell’Area interna contratto di foce Delta del Po, al Consorzio di bonifica di Taglio di Po.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl