you reporter

TAGLIO DI PO

Orrore in paese: gattini uccisi nel canale

Una passante ha sentito i miagolii e, con una passante, ha fatto di tutto per salvare i felini. Inutile: tutti e tre sono morti

Orrore in paese: gattini uccisi nel canale

I primi tre mici recuperati già morti. Nonostante i soccorsi, anche gli altri due si sono spenti poco dopo

Gattini appena nati, gettati nel canale. Nel pomeriggio di venerdì, una passante si accorge di un sacchetto di plastica che ancora galleggiava in un fossato pieno d’acqua in località Oca Marina e, richiamata dai lamenti si avvicina e cerca di recuperarlo aiutandosi con un bastone di legno.

Una volta recuperato e aperto il sacchetto è stata fatta la brutta scoperta: tre gattini nati da poche ore e ancora con il cordone ombelicale attaccato, erano stati abbandonati e gettati in acqua. Purtroppo il cuoricino di uno dei tre gattini aveva già smesso di battere, mentre gli altri due, probabilmente già in ipotermia, erano ancora vivi. Immediato il tentativo di salvataggio, contattando una volontaria dell’associazione Una di Rovigo che immediatamente ha cercato di salvare i due piccoli supestiti.

“Purtroppo la situazione era già grave – ci racconta Sara, da anni volontaria di questa associazione – ho cercato di scaldarli con una borsa dell’acqua calda ma, purtroppo, il tentativo si è dimostrato inutile e anche gli altri due gattini sono morti poco dopo. E’ impensabile che nel 2019 ci siano ancora persone che pensano di eliminare il problema del randagismo felino, buttando in acqua i gattini appena nati per farli morire – continua Sara – Questa era una pratica abbastanza comune cinquant’anni fa, quando non si conosceva ancora la possibilità di farli sterilizzare, ma oggi è davvero inaccettabile”.

In Basso Polesine, come in tutta la nostra provincia, è infatti attivo da anni il servizio di sterilizzazione gratuito da parte dell’Ulss 5 Polesana. La normativa vigente prevede la tutela dei gatti di colonia viventi in libertà sul territorio, pertanto è vietato maltrattarli o allontanarli dal loro habitat salvo per la loro sterilizzazione. Il Servizio veterinario, a seguito di segnalazione di privati cittadini, amministratori di stabili o associazioni di tutela animale, interviene sulle colonie di gatti in libertà, sterilizzando gratuitamente sia i maschi che le femmine, al fine di contenerne il numero per motivi igienico sanitari.

“Basta far riconoscere la colonia felina in comune – conclude Sara – A quel punto le sterilizzazioni sono completamente gratuite”. Terminata la sterilizzazione e la degenza post operatoria, che di norma viene seguita dai volontarie referenti della colonia,  tutti i gatti  vengono reintrodotti nel loro habitat evitando così la loro riproduzione incontrollata e, questo è davvero auspicabile, gesti come quello avvenuto a Oca Marina.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl