you reporter

Lendinara

Commercianti sul piede di guerra

Slitta di parecchio la fine dei lavori nel cantiere di via Cavour in pieno centro. Gli esercenti raccolgono le firme per una lettera al Comune: “Incassi più che dimezzati”.

Commercianti sul piede di guerra

I lavori in via Cavour

Prima la pioggia, poi le perdite di gas e di acqua dalle tubature stanno facendo slittare di parecchio la fine dei lavori nel cantiere di via Cavour, nel pieno centro di Lendinara, ritardando in maniera importante la definitiva riapertura e, di conseguenza, mettendo in seria difficoltà le attività commerciali della zona.

A farlo sapere sono i commercianti della via interessata dai lavori che stanno raccogliendo le firme per sottoscrivere una lettera da indirizzare al tecnico comunale, facendo presente come, senza il passaggio delle macchine, i loro incassi sono notevolmente diminuiti con problemi importanti per le diverse attività.

“Le spese rimangono invariate, ma gli incassi e di conseguenza i guadagni sono più che dimezzati - fanno sapere i commercianti della zona - Chi non ha attività, forse non capisce come non sia possibile continuare a lavorare senza gli incassi di prima. Le bollette, i mutui e i fornitori dobbiamo continuare a pagarli e senza incassare diventa davvero difficile”.

A rallentare i lavori, ci hanno pensato prima la pioggia e ora i disagi ai sottoservizi che rallentano la ripresa della normale circolazione sulla strada, nonostante i commercianti siano comunque aperti e accessibili per i pedoni e per le auto in arrivo da via Rossi.

“I clienti erano abituati ad arrivare con la macchina davanti al negozio - spiega un altro commerciante - ora non vengono più e scelgono attività che danno il mio stesso servizio. Ci vuole una vita per acquisire un cliente e cinque minuti per perderlo, a volte definitivamente. E quando non dipende da te - conclude - la cosa fa molto arrabbiare”.

La lettera, sottoscritta da molti dei commercianti della via, è indirizzata al geometra Angelo Bragioto e spiega come il dilungarsi di questi lavori stia mettendo letteralmente in crisi molte delle attività commerciali.

“Sarebbe bastato fare alcuni sondaggi prima di iniziare i lavori - concludono i commercianti - per capire la situazione dei sottoservizi e regolarsi di conseguenza cercando di creare meno disagi a chi su questa strada lavora per portare a casa uno stipendio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl