you reporter

Soldi

In scadenza tasse per 190 milioni

Lunedì 17 sarà un giorno nero per i contribuenti: sono 65 gli adempimenti previsti. Confapi attacca il governo.

In scadenza tasse per 190 milioni

Il giorno nero delle tasse. Lunedì prossimo scadrà il termine per ben 65 adempimenti fiscali. E i contribuenti della provincia di Rovigo si troveranno a dover sborsare, in tutto, la bellezza di 190 milioni di euro. A dirlo è Fabbrica Padova, l’ufficio studi della Confapi, che ha elaborato il rapporto sul fisco da cui emerge anche che i contribuenti del Veneto si troveranno a versare 4,9 miliardi di euro di imposte.

E’ lungo l’elenco delle tasse da pagare entro lunedì. Come ogni anno, il mese di giugno è cruciale per il pagamento delle scadenza fiscali. Tra queste, ci sono alcune voci particolarmente pesanti per i contribuenti. In particolare, a consultare il calendario fiscale dell’Agenzia delle Entrate, non si può non restare colpiti dal fatto che lunedì si assommino ben 65 adempimenti, fra cui 59 versamenti.

Per citare solo gli appuntamenti principali, va ricordato che quello è l’ultimo giorno utile per pagare l’acconto su Imu e Tasi, tasse riguardo alle quali è venuto meno il divieto di aumento dei tributi locali rispetto al livello 2015, con la conseguenza che in molti Comuni le aliquote, in quella che sarà la successiva fase di saldo, potrebbero aumentare.

Ovviamente non è tutto: i contribuenti a partita Iva che hanno scelto di pagare il dovuto a rate, con la prima quota il 18 marzo, dovranno saldare i contributi appunto entro il 17 giugno. Ma anche la Tasi va versata il 17 giugno e riguarda tutti i soggetti proprietari di casa con eccezione delle abitazioni principali non “di lusso”. Imprenditori, professionisti e lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati, società ed enti non commerciali: quasi tutti gli italiani saranno chiamati a pagare.

Fabbrica Padova, centro studi di Confapi, ha stimato che il peso che graverà sui contribuenti veneti sarà di circa 4,9 miliardi; e che, in particolare, quello sui contribuenti padovani sarà di quasi un miliardo, ovvero 970 milioni, considerando imprese e famiglie; mentre a Rovigo le scadenze fiscali della prossima settimana porteranno i contribuenti a versare 190 milioni di euro.

“E all’ammontare delle cifre si aggiunge l’asfissiante peso della burocrazia, a dispetto dei proclami dei vari governi che si sono succeduti negli anni. Quello in carica, in particolare, si è presentato come il governo del cambiamento, ma non ha cambiato nulla. Anzi, con il suo approccio tragicamente dilettantesco sembra perdere il controllo di ciò che già c’era”, rileva Carlo Valerio, presidente di Confapi Padova.

E conclude: “Chi ci governa continua a promettere soluzioni taumaturgiche, tra flat tax e nuovi condoni, ma di una vera semplificazione burocratica, oggi indispensabile come l’aria per respirare, non c’è traccia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl