Cerca

Basket Serie B femminile

Rhodigium conferma il gruppo storico

La società ha deciso di mantenere le ragazze cresciute nel vivaio. Domani sera appuntamento in Piazza Vittorio Emanuele per il nono compleanno del sodalizio

Rhodigium conferma il gruppo storico

Dopo qualche settimana di silenzio, si sblocca il mercato della Rhodigium Basket. Alla sua terza stagione in Serie B femminile, dopo la riconferma dello staff tecnico, il presidente Maria Paola Galasso, insieme al direttore sportivo Diego Demartini, ha voluto fortemente riconfermare in blocco tutte le ragazze cresciute nel settore giovanile Rhodigium sia per l’ottimo lavoro svolto negli anni nel settore giovanile, sia perché tutte queste atlete hanno indubbiamente mostrato doti tecniche e umane. Quindi è confermato in toto il gruppo storico Rhodigium. Stiamo parlando del capitano Sara Cappellato, della veterana Chiara Masarà, dell’ala Ilaria Zamboni, delle giovani Carla Veronese, di Eleonora Vaccarini, di Martina Malin al rientro da un grave infortunio (dopo due annate difficilissime per un doppio infortunio al ginocchio è attesa finalmente in campo) e, confermate e attese al rientro a gennaio 2020, di Elisa Ballarin e della giovane Sara Manesco. Ha accettato il ruolo di “chioccia” anche per l’anno prossimo Giulia Pegoraro, ormai inserita nel gruppo delle rodigine doc.

Non ci sono mai stati dubbi sul continuare l’importante percorso di crescita che queste ragazze hanno intrapreso: dal settore giovanile, alla Promozione femminile, continuando con la Serie C fino al sogno Serie B. E questo sogno tutto il gruppo rodigino lo sta cullando e custodendo con grande passione.

A gennaio 2020, dopo aver terminato la riabilitazione per la rottura del legamento crociato anteriore, torneranno sul parquet altre due pedine fondamentali dello scacchiere di coach Frignani: Elisa Ballarin, sicuramente la giocatrice cresciuta di più la scorsa stagione, seconda miglior marcatrice della squadra, con caratteristiche tecniche da leader per la categoria; Sara Manesco, classe 2001, una giovane importante per la Rhodigium Basket, esempio di impegno, sacrificio e grande forza di volontà.

Unica nota negativa purtroppo è l’indisponibilità per la prossima stagione di Chiara Turri, che per impegni lavorativi ha scelto di non proseguire la sua avventura in maglia rossoblù. La Rhodigium, in particolare la presidente Maria Paola Galasso e il coach Fabio Frignani, hanno comunque lasciato le porte aperte ad un eventuale suo ritorno qualora gli impegni lavorativi le consentissero di cambiare idea. Rimarrà comunque all’interno della famiglia Rhodigium rivestendo altri ruoli dirigenziali e sarà sempre una figura importantissima nella squadra.

La società sta lavorando per riconfermare in toto il roster della passata stagione, per l’impegno, l’attaccamento alla maglia, la partecipazione alle attività giovanili e minibasket della società, oltre ovviamente che per le importanti qualità tecniche mostrate sul campo.

Oltre alle riconferme, ci saranno sicuramente arrivi importanti, come il direttore sportivo Diego Demartini, il quale, insieme allo staff tecnico e al presidente, sta lavorando duramente per rinforzare una rosa già competitiva, ma con la necessità di un po’ di esperienza e leadership in più.

Intanto, domani sera, dalle 21.30, si festeggerà il nono compleanno: infatti, la Rhodigium Basket fu fondata il 18 giugno di nove anni fa. L’appuntamento sarà in Piazza Vittorio Emanuele.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy