you reporter

Società partecipate

Sindaci, pressing per confermare Gibin

Petizione per salvare l'ad. E per l'Ente Parco è già corsa a due.

Sindaci, pressing per confermare Gibin

Sindaci in pressing per “salvare” Ivano Gibin, amministratore delegato di Ecoambiente. Alcuni primi cittadini polesani, di area centrodestra, hanno infatti fatto partire una raccolta firme per chiedere che - in vista dell’ormai prossimo rinnovo dei vertici dell’azienda pubblica di raccolta e smaltimento rifiuti - Comune di Rovigo e Consorzio Rsu confermino in carica lo stesso Gibin.

Tra i promotori della petizione, il sindaco di Trecenta Antonio Laruccia e quello di Porto Tolle Roberto Pizzoli. Servirà tanta diplomazia, però, per convincere il Comune di Rovigo, in mano al centrosinistra, a lasciare il ruolo di ad in capo a Gibin, figura sindaco dell’asse Bergamin-Duò nel corso del precedente mandato. Missione impossibile, o quasi.

Ma la discussione sui nuovi nomi partirà ufficialmente a partire da giovedì prossimo, quando i soci dell’azienda saranno chiamati ad approvare il bilancio: da allora, 45 giorni di tempo per le nuove nomine.

Entro fine luglio, poi, Rovigo dovrà provvedere anche al rinnovo del cda di Asm Set, termnata l’epoca Cristina Folchini. Nessun nome ancora sul tavolo della maggioranza, in attesa di un confronto interno che dovrebbe avvenire la prossima settimana. Resterà al suo posto, almeno per il momento, invece, il presidente di Asm spa Alessandro Duò.

Ma non è solo Rovigo a occuparsi di poltrone. Dopo l’estate, dovrebbe arrivare al termine il percorso che porterà all’elezione di un nuovo presidente dell’Ente Parco, dopo il periodo commissariale. Al momento, la sfida è a due tra Maura Veronese e lo stesso Roberto Pizzoli.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl