you reporter

OCCHIOBELLO

Ladri maldestri tentano il raid

Beccati dai residenti, si tratterebbe di due ragazzi italiani che si spostavano in bicicletta

Ladri maldestri tentano il raid

OCCHIOBELLO - Una notte di tentati furti - un po’ maldestri a dire il vero, fortunatamente per lo più non andati a buon fine. E’ successo a Occhiobello dove diversi residenti hanno segnalato la presenza di individui sospetti che si aggiravano davanti ai garage delle loro abitazioni nella notte tra martedì 13 e mercoledì 14 agosto.

Probabilmente un po’ troppo maldestri per riuscire veramente a rubare senza farsi notare visto che tutti, o quasi, i residenti che hanno segnalato le tentate incursioni si sarebbero accorti della presenza degli estranei prima ancora del furto.

Secondo le numerose segnalazioni, l’identikit dei ladri corrisponderebbe a due ragazzi, piuttosto giovani, italiani e, per qualcuno, già noti in paese.

Uno dei due avrebbe addirittura perso il cappello scavalcando la recinzione dopo esser stato beccato dai proprietari che avevano cominciato a rincorrerlo urlando.

Il modus operandi dei ragazzi, prevedeva che uno scavalcasse la recinzione e tentasse di entrare nel garage mentre l’altro, in bicicletta, faceva da palo. In questo modo i ladri avrebbero provato ad entrare nei garage di via Tosarello (Santa Maria Maddalena) per poi, dopo essere stati beccati la prima volta, spostarsi nelle vie limitrofe e riprovarci. Sempre, però, nello stesso modo, nonostante il precedente fallimento.

Qualcuno li avrebbe addirittura riconosciuti e in attesa di conferma segnala che si tratterebbe addirittura di giovani del luogo.

E’ stata presentata più di una denuncia ai carabinieri.

Una residente, piuttosto arrabbiata per l’accaduto, è riuscita a recuperare il cappello, modello pescatore, tutto colorato e lo ha postato sui social spiegando appunto che si tratta del cappello che il ladro avrebbe perso fuggendo una volta colto sul fatto.

Diciamo che l’abbigliamento (un cappello colorato) e il “mezzo” usato per spostarsi (qualcuno dice una, qualcuno due biciclette), non farebbero pensare certo ad un gruppo di ladri professionisti organizzati. Ma piuttosto ad un paio di ladri decisamente improvvisati.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl