you reporter

Pattinaggio

Alice campionessa tricolore

Fracassetto vince il titolo italiano nei 100 metri sprint a San Benedetto del Tronto. La 21enne della Polisportiva Lusia: “Ho sempre inseguito questo grande sogno”.

Alice campionessa tricolore

Alice Fracassetto

Una polesana si aggiudica il titolo italiano. Stiamo parlando di è Alice Fracassetto, 21 anni di Lusia, che si è laureata campionessa italiana nei 100 metri sprint assoluti su strada di pattinaggio. La neo campionessa della Polisportiva Lusia ha vinto il titolo a San Benedetto del Tronto ai campionati italiani che si sono tenuti dal 5 al 7 settembre.

“Era un titolo che inseguivo da tantissimo tempo - racconta la stessa Alice - pattino da quando avevo 6 anni e ho sempre inseguito questo grande sogno arrivando più volte ad un passo dal realizzarlo”. Alice si è sempre impegnata molto per questo obiettivo, arrivando sei volte sul podio ma sempre classificandosi al secondo posto. “Sono arrivata seconda sia lo scorso anno sia quello precedente - continua la giovane atleta – e quest’anno ero convinta da subito di potercela fare perché in allenamento facevo tempi buoni. Quando sono arrivata a San Benedetto del Tronto, nelle qualificazioni le mie avversarie facevano sempre tempi più bassi dei miei e avevo quasi perso le speranze. Non ero più tanto convinta di potercela fare. Arrivata in finale, mi sono ritrovata a gareggiare contro due campionesse del mondo, una delle quali è campionessa europea in carica della specialità. A quel punto ho pensato solo a pattinare e ho vinto”.

Una gara davvero entusiasmante, quella condotta da Alice che ha tagliato il traguardo con il tempo 10” 855 davanti alla campionessa europea Linda Rossi che ha fermato il cronometro a 10” 985. Alice Fracassetto, frequenta il terzo anno di Università a Padova, nel corso di laurea di ingegneria chimica. “Questo è stato per me un anno difficile perché riuscire a conciliare lezioni, esami e allenamenti non è stato facile - continua Alice - ma sentivo di potercela fare. Se sono riuscita in questa impresa, lo devo anche e soprattutto alla mia famiglia che mi ha sempre seguita, al mio allenatore Denis Mettifogo ed al mio preparatore atletico Marco Gabrielli. Un ringraziamento particolare lo voglio fare anche alla società e a tutti ai miei compagni di squadra che mi hanno sempre supportato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl