Cerca

piazza merlin

Chiosco, ora tutti lo vogliono

Ci sono almeno due soggetti interessati a portarselo via gratis, è necessario un bando

Chiosco, ora tutti lo vogliono

Ci sono almeno due soggetti interessati a portarselo via gratis, è necessario un bando

Magicamente, dopo 464 giorni di solitudine, abbandono e abusivismo, il chiosco diventa interessante. Talmente interessante che per portarselo via da lì quasi bisognerà fare a botte.

O meglio, sarà necessario vincere una gara e quindi, pure, fare una offerta. Dunque, abbattere il chiosco potrebbe non essere più un costo in capo alle casse comunali (ragalo della passata amministrazione Bergamin), e quindi ai cittadini, visto che c’è qualcuno che vorrebbe portarselo via gratis, anzi, addirittura potrebbe arrivare a pagare per portarselo via, o abbatterlo.

A comunicare una possibile gara, è l’assessore al patrimonio, lavori pubbici e urbanistica, Giuseppe Favaretto. “Adesso non abbiamo più un solo soggetto interessato ad abbatere il chiosco gratuitamente, ma sarebbero addirittura due. Questo significa che dobbiamo fare una gara per l’affidamento”, spiega l’assessore.

Quindi i tempi si allungano e il chiosco (cioè da quanto è scaduta la concessione per occupare il tratto di piazza Merlin alla congiunzione di via Cavour con via X Luglio), sempre più vicino ai 500 giorni da abusivo, resiste.

L’ex bar di piazza Merlin sopra tutto e tutti, perché sta dimostrando di resistere a dispetto di ordinanze e annunci di demolizione. E così superata la prima quindicina di settembre senza che nessuna ruspa sia entrata in azione. I tempi della gara sono sempre lunghi, qualunque gara sia. Ma se il Comune davvero riuscirà a risparmiare i soldi della demolizione, ne guadagneranno le strade: “Se qualcuno lo porta via i 30mila euro della demolizioni li useremo per sistemare altre buche”, assicura l’assessore.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy