you reporter

Badia Polesine

Aumentano i livelli di assistenza

Nuova convenzione con l’Ulss: aumentano i posti letto a media intensità.

Casa del Sorriso, bilancio negativo

La casa del sorriso di Badia Polesine

 Con la nuova convenzione con l’Ulss, la Casa del sorriso porta a termine la procedura di trasformazione di 10 posti letto da bassa a media intensità assistenziale. Dopo un percorso durato all’incirca due anni, il centro servizi di via San Nicolò è ora in possesso dell’accreditamento istituzionale per un totale massimo di 168 posti letto così suddivisi: 124 per persone anziane in condizione di non autosufficienza di primo livello; 34 per persone anziane in condizione di non autosufficienza di secondo livello e 10 per Sapa, vale a dire servizi alta protezione Alzheimer.

“Con la firma della nuova convenzione fra la Casa del sorriso e l’azienda Ulss 5 - dice il presidente della struttura Tommaso Zerbinati - termina il percorso di trasformazione di 10 posti letto da bassa a media intensità assistenziale iniziato due anni fa. Per la prima volta la Casa del sorriso cambia il livello di assistenza fornita ai propri ospiti dando la possibilità ad un numero maggiore di persone, non più un massimo di 24 ma 34, di poter spendere la loro impegnativa di medio livello assistenziale a Badia Polesine senza doversi spostare in altre strutture”.

Sulla "Voce" di martedì 1 ottobre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl