you reporter

IL GIALLO DEL DELTA

Omicidio Willy, c’è un’altra indagata

Continuano le indagini per trovare l’assassino.

Omicidio Willy, c’è un’altra indagata

C’è una nuova pista, nel delitto Willy Branchi. La procura di Ferrara ha infatti iscritto nel registro degli indagati una donna, per aver detto il falso.

Nuova tappa nella lunghissima indagine per dare un nome all’assassino che, nella notte tra il 29 e il 30 settembre del 1988, trucidò il 18enne di Goro. A finire nei guai questa volta è una donna che, all’epoca dei fatti, avrebbe ricevuto una confidenza pesantissima dalla madre sul trasporto di Willy, probabilmente già cadavere, su una motoretta, forse la stessa in cui avrebbero potuto vedere i due fratelli pescatori oggi indagati per omicidio. Di quella confidenza, poco tempo dopo la donna rese edotta una sua amica che, 31 anni dopo, la primavera scorsa, ha deciso d’informare anche gli inquirenti.

Sentita in procura, però, la donna ha negato di aver mai confidato all’amica una storia del genere, al punto che il pm Andrea Maggioni le ha messe a confronto. Il risultato è stata una nuova iscrizione nel registro degli indagati per aver reso false informazioni al pubblico ministero: quelle negazioni, quelle smentite, non hanno convinto nessuno in procura.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl