you reporter

RITORNO A SCUOLA

Trasporti: 50% di abbonamenti in meno

Ieri incontro in Cittadella organizzato dalla Provincia, tra sindaci, dirigenti e aziende. Garbellini: “C'è un calo netto anche superiore”. Dall’Ara: “Garantito il servizio in sicurezza”

Trasporti: 50% di abbonamenti in meno

Il 50% in meno di abbonamenti registrati per Garbellini, che esegue il servizio per Medio Polesine e Alto. Il 70% di abbonati in meno per BusItalia, che serve la delicata zona del Delta. Ma le società che gestiscono i trasporti pubblici e scolastici a Rovigo hanno assicurato che lunedì ci saranno tutte le misure per partire in sicurezza, corse raddoppiate se necessario, e linee guida rispettate. Lo hanno dichiarato ieri in Cittadella, all’incontro tra sindaci, dirigenti scolastici e Provincia.

“Ancora non abbiamo una misura delle defezioni (che impattano sul traffico) - spiega Tiziano Garbellini, titolare della società di trasporti - Il problema è attualmente scaricato sulle nostre spalle. Comunque noi ci siamo adeguati al Dpcm, e siamo pronti. Ma quello che a mio parere succederà è che chi abita nei comuni vicino a Rovigo farà da sé, mentre i più lontani, per evidenti problemi logistici si affiderà al trasporto pubblico”.

Quest’anno, tuttavia, i disagi devono essere limitati al massimo: “Abbiamo previsto bus di emergenza ai capolinea per poter eventualmete implementare le corse. Secondo me, fino a ottobre non si capirà nulla, ci sarà molta confusione”.

Con la capienza dell’80% Garbellini ha previsto che se gli abbonati arriveranno tutti, dovrà prevedere da 3 a 5 autobus in più.

Ivan Dall’Ara è fiducioso: “C’erano una trentina di sindaci - spiega - i problemi più grossi saranno per Rovigo ed Adria che hanno gli istituti superiori. Arrivano qui da Ostiglia e da Porto Tolle e Barricata. Le linee guida saranno difficili da applicare, sembra che chi le ha scritte non sia mai salito su un pullman”.

In totale a regime, nel Polesine girano ogni giorno 130 mezzi per il trasporto pubblico e per soddisfare le esigenze della popolazione scolastica.

“L’obiettivo nostro è che nessun ragazzo rimanga a casa e non vada a scuola”, dichiara Dall’Ara.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • diduve

    11 Settembre 2020 - 15:03

    L'altro 50% e' formato da extracomunitari che non pagano mai

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl