you reporter

TRIBUNALE

Cade in motorino in viale Porta Adige, 80enne fa causa al Comune per 135mila euro

Il Comune si difende: “Ha perso il controllo del mezzo”. La ricorrente, “c’era una buca”

Cade in motorino in viale Porta Adige, 80enne fa causa al Comune per 135mila euro

In motorino a 80 anni, si imbatte in una delle note buche di viale Porta Adige, cade e subisce un brutto trauma cranico. E’ successo il 3 gennaio del 2017 e nel frattempo il Comune ha ripristinato la strada, che era stata teatro di parecchi incidenti. Ora la donna chiede il risarcimento all’amministrazione comunale, risarcimento che in una prima fase era quantificato in 135.605,02 euro oltre gli interessi legali, comprendenti 90 giorni di danno biologico assoluto, 60 giorni di danno permanente inteso come danno alla salute del 25%.

Il prossimo 29 gennaio, dunque, il Comune e la compagnia di assicurazioni dell’ente, con l’avvocato Bertoni di Milano, domiciliato presso l’avvocato Berti del foro di Rovigo, saranno in tribunale a discutere del caso di risarcimento del danno.

Il Comune ha sempre sostenuto che la donna, che nel 2017 aveva 80 anni, in sella a un Ciao, ha perso il controllo del mezzo. L ricorrente, invece, è certa di essere incappata in una buca, una buca già segnalata dai residenti della zona, proprio vicino casa sua.

L’incidente era avvenuto dalle parti dell’Aliper. La donna era in sella al suo motociclo, un modello Ciao, quando intorno alle 11 del 3 gennaio, aveva, secondo la ricostruzione della ricorrente, preso in pieno la buca, proprio all’altezza dell’Aliper, pochi metri dopo casa sua. Era stata sbalzata dal ciclomotore ed era caduta a terra.

La donna indossava un casco non integrale, e tutto sommato poco sicuro, che non aveva protetto la testa.

Sul posto erano subito arrivati i medici del Suem, che avevano soccorso la donna e trasportata in prognosi riservata in ospedale a Rovigo. Vista la dinamica del sinistro e l’età della donna, avevano tenuto la donna in osservazione ed effettivamente nel pomeriggio le condizioni della donna erano peggiorate, tanto che la rodigina era stata trasferita in terapia intensiva, in prognosi riservata.

Sul posto si era fermato anche un poliziotto in borghese, che aveva indossato la pettorina d’ordinanza e si era messo a disposizione per dirigere il traffico durante le operazioni di soccorso.

Nella zona del supermercato Aliper c’era effettivamente una buca molto ampia, più volte segnalata dai residenti.

La donna in motorino, vive in una casa non distante dal luogo dell’incidente. Per la famiglia della signora la caduta è stata causata dalla qualità pessima del manto stradale. Per il caso sono stati nominati un medico legale e un consulente tecnico che ha valutato la dinamica del sinistro. Il 29 gennaio il Comune citato come ente proprietario della strada si costituirà contestando la pretesa della signora, che secondo la versione dell’amministrazione comunale, sarebbe caduta per aver perso il controllo del ciclomotore, come segnala anche la Polizia Locale che ha effettuato i rilievi.

Quello che le cronache rilevano, è che uno dei primi interventi per riqualificare le strade rodigine è stato fatto proprio lungo la trafficata viale Porta Adige.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • diduve

    16 Gennaio 2021 - 09:09

    Spero vinca la causa.

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl