you reporter

IL CASO

Sfide mortali per giovanissimi, anche in Polesine

Gli adolescenti: “Anche qui molti partecipanti”

Sfide mortali per giovanissimi, anche in Polesine

Morte cerebrale per una ragazzina di 10 anni, soffocata per raccogliere un’assurda sfida lanciata su TikTok, piattaforma social che spopola tra i giovanissimi. E, dalla Sicilia, questa terribile vicenda ha avuto ripercussioni fin qui: perché sui social non esistono confini e quanto accaduto a Palermo potrebbe capitare anche nella nostra provincia. Sono i giovani stessi a interrogarsi su quanto avviene “all’interno” dei loro smartphone e a raccontare come queste sfide siano assolutamente comuni anche tra gli adolescenti polesani, e soprattutto tra quelli più giovani che spesso utilizzano i social sfuggendo al controllo dei genitori.

Giochi troppo spesso assurdi, stupidi, diffusi su chat in cui ci si mette alla prova per fare cose folli: stringersi una corda al collo, nel caso specifico la cintura di un accappatoio, e resistere, resistere il più possibile, per far vedere agli amici quanto si è bravi, coraggiosi e forti. “Si tratta di sfide che appaiono nella home di questo social che hanno in moltissimi - racconta Dario, un ragazzino di 15 anni residente nella nostra provincia - ti compaiono e se partecipi e poi lo posti nella stessa sezione, ottieni in poco tempo davvero tantissime visualizzazioni. Sono tanti i ragazzini che si filmano per fare dei TikTok -continua - alcuni si fanno video solo mentre cantano o ballano, altri invece partecipano a questi ‘Black out challenge’ per ottenere ancora più visualizzazioni”.

Il regolamento per potersi iscrivere a questi social parla però chiaro, e impone un’età minima di 16 anni, come per tutti i social, così come sono scritti a caratteri cubitali le attività vietate e le finalità (di svago) della community. “La missione di TikTok è stimolare la creatività e portare allegria - si legge - stiamo costruendo una community globale in cui tutti possano creare e condividere, scoprire il mondo che li circonda ed entrare in contatto con altre persone in tutto il mondo. Lavoriamo per promuovere il nostro sviluppo e al tempo stesso per mantenere un ambiente che vada a sostegno della nostra comunità. Le Linee guida della community definiscono un insieme di norme e un codice di condotta comune per la nostra piattaforma e costituiscono una guida su ciò che è consentito e ciò che è vietato, con l’obiettivo di rendere la piattaforma uno spazio accogliente per tutti”.

Tutto molto chiaro e ben specificato, peccato però che pare non funzioni proprio così. “E’ molto utilizzato dai bambini soprattutto delle scuole elementari e delle scuole medie - spiega Kevin, 16 anni, di Rovigo - servirebbero 16 anni per potersi registrare, ma basta dichiarare di averli e nessuno viene a controllare. Conosco ragazzine del 2008 che fanno TikTok sempre mezze nude e lo sanno tutti”.

Tutti, tranne i loro genitori, verrebbe da sperare visto che sono molte le insidie che si possono incontrare durante la normale navigazione in questo social. Tra questi riti di iniziazione attraverso i quali i ragazzini cercano di dimostrare la loro forza, i ragazzi raccontano del “Knock out challenge”, che consiste nel dare un pugno a uno sventurato scelto a caso per strada. Il tutto, solo per il gusto di fare del male e vedere cosa succede.

E ancora: c’è il “Batmanning” che consiste nell’appendersi a testa in giù come un pipistrello nei posti più impensabili oppure gettarsi la vodka negli occhi per partecipare all’“Eyeballing”. Anche un gioco solitamente banale come camminare a occhi chiusi si può rivelare fatale se la sfida, come nella “Bird box challenge” che prevede di guidare un’automobile senza guardare.

E queste cose non capitano solo nei film o nelle grandi città. “Ce no sono molti anche qui da noi - conferma Sara, polesana di 15 anni - ogni volta che vado a fare le ricerche su TikTok ne trovo qualcuno che conosco”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl