you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Con Dad e lockdown crescono depressione e autolesionismo tra i giovani"

L'analisi di Stefania Botton, segretaria territoriale della Cisl Padova Rovigo

"Con Dad e lockdown crescono depressione e autolesionismo tra i giovani"

Stefania Botton, segretaria territoriale della Cisl Padova Rovigo

30/01/2021 - 15:06

"Quando l’emergenza sarà passata, ci accorgeremo che la pandemia ha colpito duramente anche i ragazzi, ma in modo diverso rispetto agli anziani. Mettendo in crisi tutta una rete di relazioni, le limitazioni imposte delle misure anti contagio hanno provocato conseguenze pesanti e a volte devastanti nei bambini e adolescenti di questa generazione". Lo dice Stefania Botton, segretaria territoriale della Cisl Padova Rovigo.

"L’emergenza sanitaria - prosegue la sua analisi - imponendo la didattica a distanza, ne ha evidenziato le enormi lacune. L’azzeramento di tutte le attività di gruppo, come laboratori e incontri, ha ulteriormente impoverito l’apprendimento e contribuito ad isolare i ragazzi. Oltre alle relazioni con i loro pari, sono venute meno quelle con gli adulti – professori, allenatori, personale scolastico – limitandole nella maggior parte dei casi al contesto familiare. Un ambito spesso stressato a sua volta dalle difficoltà economiche e sociali dei genitori".

"Secondo un’indagine condotta da Ipsos per Save the Children sugli stati d’animo dei ragazzi tra i 14 e i 18 anni, il fenomeno dell’abbandono scolastico potrebbe interessare una platea di 34mila studenti delle superiori. Il 28% degli intervistati ha almeno un compagno di classe che non ha mai frequentato le lezioni on-line e per il 46% quello trascorso è stato un anno 'sprecato'. La maggior parte dei ragazzi denuncia una generale difficoltà a concentrarsi, non soltanto per problemi legati alla connessione, ma anche per la stanchezza e la mancanza di stimoli".

"Quell’apatia che sta segnando pesantemente tanti bambini e giovani in modo drammatico. All’unità di neuropsichiatria infantile dell’Azienda ospedaliera i ricoveri sono passati da 50 nel 2017 a 100 nel 2020. Sono aumenti i tentativi di suicidio, gli atti di autolesionismo, i disturbi del comportamento alimentare. E l’età dei ragazzi e addirittura dei bambini interessati da questi disturbi scende progressivamente".

"Come è stato dimostrato anche scientificamente, la qualità della vita degli esseri umani è strettamente connessa a quella delle relazioni che riusciamo a stringere nella nostra esistenza. Per molti adulti, alcune delle più significative sono nate proprio sui banchi di scuola. La scuola è apprendimento, ma anche amore per la cultura, gioco, palestra insostituibile per l’amicizia, per imparare a gestire i rapporti umani, per misurarsi con i propri limiti. In questo difficile periodo gli istituti scolastici hanno fatto veramente tanto per offrire ai ragazzi un’istruzione adeguata, ma la pandemia ha dimostrato che la didattica a distanza non potrà mai sostituire la relazione educativa in presenza. La Cisl Padova Rovigo ha chiesto ai tavoli prefettizi di mettere in campo tutte le misure necessarie per far ripartire le lezioni in sicurezza e nel più breve tempo possibile. In vista della ripresa, riteniamo che un confronto con il sindacato possa aiutare ad aumentare rapidamente la percentuale delle lezioni in presenza, perché ai ragazzi sia restituita quanto prima una vita piena ed intensa".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl