you reporter

VILLADOSE

“Chi non ci rispetta se ne vada”

Dura presa di posizione del sindaco dopo la citazione diretta dello stabilimento Fresenius

“Chi non ci rispetta se ne vada”

La notizia della citazione in giudizio per i dirigenti della Fresenius Kabi Ipsum Srl a Villadose ha scosso positivamente la comunità di Villadose, che spera ardentemente che la mossa della Procura, nella persona del pubblico ministero Sabrina Duò, possa effettivamente far luce sui numerosi fenomeni che da tempo venivano segnalati dalla comunità di Villadose e da quelle vicine. L’inchiesta, infatti, è partita da un esposto presentato da 13 privati, residenti nei territori comunali sia di Villadose che di Ceregnano. Non a caso, questi due Comuni, oltre ai 13 privati, sono stati individuati dalla Procura come parti offese nel procedimento.

Significa che avranno la facoltà, se lo vorranno, di costituirsi parte civile nel processo che inizierà ad aprile, affiancando, col proprio legale, l’accusa e potendo domandare un risarcimento.

Tre i capi di imputazione che vengono contestati dalla Procura: in primo luogo lo smaltimento illecito di rifiuti, ossia reflui industriali che sarebbero stati immessi nella rete fognaria e da qui nei corsi d’acqua, invece di essere conferiti a impianti autorizzati per lo smaltimento; quindi, le emissioni he l’attività produttiva avrebbe generato, fastidiose per la popolazione; infine, il danneggiamento, ad agosto 2019, che gli scarichi avrebber provocato al depuratore che si trova a Villadose, mandandolo letteralmente in tilt e obbligando a un intervento di ripristino urgente e oneroso.

Il sindaco di Villadose Pier Paolo Barison, appresa la notizia a gran voce chiede: “Rispetto: voglio rispetto per il territorio di Villadose, verso i cittadini, verso le istituzioni. Chiunque operi nella Zona Industriale, nella futura Area Industriale, chi opera ed opererà nell’area delle discariche: portino rispetto oppure prendano le loro ‘tampelline’ e lascino il paese - intima il primo cittadino - Appresa la notizia della citazione a giudizio e avendo fiducia nell’operato della magistratura, attendo di seguire i risvolti del procedimento e se al termine qualcuno verrà ritenuto responsabile è giusto che ne risponda. Quanto intrapreso in questi tre mesi in termini di rapporti tra l’azienda e l’amministrazione non mi fa deviare dal considerare quanto proposto in termini di espansione aziendale ed occupazionale nel rispetto delle regole, delle leggi e del nostro territorio: non si sgarra”.

“Sto constatando - prosegue la riflessione del primo cittadino - la realizzazione di quanto richiesto all’azienda: ammodernamento strutture e messa a norma e in sicurezza degli impianti e sostituzione totale della linea interna di tutta la componente fognaria”.

“È richiesto Rispetto anche sul fronte della discarica: alcune cose non mi sono chiare e dovrò approfondirle, intanto questa settimana darò parere negativo in Conferenza dei Servizi presso la Provincia di Rovigo sul progetto che riguarda la Taglietto 0 laddove fa riferimento all’approvazione dello stoccaggio provvisorio di rifiuti trasformandolo in modo definitivo. Il progetto rimane quello originario, per quanto ci riguarda, con le relative altezze espresse nei medesimi elaborati approvati in precedenza”.

Conclude Barison: “A Villadose siamo disponibili ad ascoltare tutti, ma tutti devono darci rispetto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl