you reporter

INCENDIO A RAMEDELLO

Il giorno dopo il disastro: danni devastanti

Il bilancio appare pesantissimo, operazioni ancora in corso, ma spente le fiamme

11/03/2021 - 16:37

Appaiono devastanti i danni provocati dall'incendio alla fabbrica manifatturiera di calzature "Callegari" di Ramedello di Fratta Polesine, nella giornata di mercoledì 10 marzo, così come alla vicina abitazione dei figli del titolare, pure bruciata e devastata dal rogo, nato per cause accidentali. Per fortuna, si conferma come nessuna persona abbia riportato conseguenze e come, alla stessa maniera, non ci sia stata emissione di agenti inquinanti, come accertato dalle analisi di Arpav.

Le foto aeree lasciano ben poco spazio all'immaginazione: fabbrica sventrata e devastata dalla furia del rogo, così come la abitazione. I vigili del fuoco hanno lottato per tutto il pomeriggio, la sera e la notte di mercoledì con le fiamme e, alla fine, nella giornata di giovedì 11 marzo, le fiamme potevano dirsi spente. Rimane comunque ancora molto da fare, dal momento che la quantità di materiale combusto da "smassare" è veramente enorme. Sulle cause ancora non vi sono certezze, ma prende gradualmente forma l'idea di un evento accidentale, che ha provocato lo sfacelo.

Revocata l'ordinanza con la quale il sindaco di Villanova del Ghebbo aveva imposto la chiusura delle porte e delle finestre e il divieto di raccogliere frutta e verdura, dopo le rassicurazioni giunte da Arpav. Ora, terminato il lavoro dei vigili del fuoco, sarà il momento della conta vera e propria dei danni, nella speranza che sia possibile restituire al paese una delle sue fabbriche storiche.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl