you reporter

AMBIENTE ROVIGO

Topi, “non lasciate cibo e rifiuti”

L'assessore Merlo spiega: “Serve una prevenzione attiva pubblico-privato. I lavori in Corso del Popolo incidono”

Topi, “non lasciate cibo e rifiuti”

L'assessore Dina Merlo

17/03/2021 - 21:29

La lotta ai topi in città “è costante e continua”, ma serve una “prevenzione attiva pubblico - privato”, per contrastare il proliferare dei ratti. L’assessore all’Ambiente, Dina Merlo replica alla segnalazione di vari interventi che riguardano la presenza di topi in centro città e invita la cittadinanza a collaborare, evitando di abbandonare cibo e rifiuti. “Il Comune di Rovigo - premette l’assessore - sta procedendo con regolarità e costanza a interventi di lotta ad animali molesti e derattizzazioni su suolo pubblico, attraverso interventi specializzati. Nel corso degli ultimi due anni questa attività si è mantenuta costante nel tempo e nella spesa, così come quella della lotta alle zanzare. Questa voce di bilancio viene considerata dall’amministrazione prioritaria e non soggetta a riduzioni, anche perché questo tipo di lotta richiede costanza e continuità, per evitare che il problema aumenti a causa degli elevati tassi riproduttivi”.

Poi la referente dell’Ambiente a Palazzo Nodari chiama in causa i privati: “Il Comune si limita alle aree pubbliche ed è evidente che negli edifici e nelle superfici private sono i proprietari a dover intervenire, anche qui con interventi costanti ed estesi, avendo cura di evitare di lasciare cibo, derrate o rifiuti di qualsiasi tipo in aree aperte o chiuse dove possono transitare o insediarsi topi, che ne possono essere attratti e trovare nutrimento”.

I lavori pubblici sono un ulteriore problema. “In questo periodo si stanno svolgendo, anche sul Corso del Popolo, lavori che prevedono scavi e movimentazione di terra, che possono muovere e aprire temporaneamente spazi di spostamento per questi animali nocivi. E’ quindi necessario mettere in atto, oltre alla derattizzazione, anche una pratica comune di soggetti pubblici e privati, di prevenzione attiva per evitarne l’ingresso e l’insediamento nei locali e negli spazi privati oltre che pubblici, per ridurre la consistenza e la circolazione degli animali nocivi”.

Infine l’assessore Merlo invita a segnalare al Comune la presenza di animali nocivi in determinate aree, “affinché possiamo intervenire su casi specifici”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl