you reporter

Chioggia

La pesca soffre, e i prezzi schizzano

Il mercato al minuto risente della crisi: “Di turisti ormai non se ne vedono più”.

La pesca soffre, e i prezzi schizzano

Settore della pesca in sofferenza a Chioggia. A lamentare una evidente flessione dei ricavi non è solo il mercato all’ingrosso, ma anche i commercianti del mercato ittico al minuto. Molte le cause che stanno contribuendo a questa prolungata flessione, la principale delle quali resta quella pandemica. “Di turisti che acquistano dai nostri banchi qui non se ne vedono più”, racconta un addetto alla vendita.

Sembra che il motivo non sia legato esclusivamente alle restrizioni alla mobilità imposte in queste settimane. “Pesce nostrano sui banchi se ne vede poco ultimamente - continua il commerciante - un po’ per la naturale stagionalità delle specie, un po’ perché anche i prezzi si sono alzati molto. Personalmente non ricordo di aver mai visto mazzancolle vendute all’ingrosso a 30 euro al chilo, oppure sogliole a 15 euro a chilo”. Per dirla in altri termini, la crisi economica coinvolge tutta la filiera: “dal produttore al consumatore”.

Girando tra i banchi viene da dar ragione alle osservazioni degli addetti ai lavori: una buona parte del pescato sembra provenire dagli allevamenti di Croazia e Grecia (orate e spigole, prezzo medio tra i 9 e 10 euro al chilo); i prodotti nostrani non sono molti (razze e sgombri per la maggiore) con prezzi abbordabili ma comunque superiori alla media stagionale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl