you reporter

PALAZZO TASSONI

Un bando per gestire il Bettinazzi

Esplode Giorgia Furlanetto: “La città insorga: a rischio 115 anni di storia gloriosa dei granata”.

bettinazzi[1].JPG

Lo stadio Bettinazzi

13/05/2021 - 19:17

Tutti gli impianti sportivi comunali saranno dati in gestione attraverso un bando pubblico: 17 strutture delle quali 11 nel centro cittadino e sei nella frazioni; inoltre 9 sono campi di calcio. E’ quanto deciso dalla giunta comunale all’unanimità e tutti presenti che ha dato mandato al dirigente di provvedere agli atti amministrativi conseguenti. In sostanza sarà predisposto un bando sulla falsariga di quello che ha portato all’affidamento dell’impianto Bressan di Borgo Dolomiti. Tra gli impianti interessati c’è anche il Bettinazzi, la storica “casa” dell’Uc Adriese, palcoscenico di trionfi e amarezze dei granata.

Pertanto il sindaco Omar Barbierato annuncia che anche “la gestione del Bettinazzi sarà affidata attraverso un bando pubblico”. E spiega: “Sugli impianti sportivi l’amministrazione comunale fa ciò che è previsto per legge, come in tutta Italia. I bandi chiedono investimenti a chi ha in uso la struttura. Con i proprietari dell’Adriese fin dall’insediamento ci sono state innumerevoli riunioni per capire qual è il progetto sportivo. Una progettualità che non si può limitare a un semplice disegno su carta, ma deve andare di pari passo con iniziative mirate ai giovani calciatori che oltre a rappresentare il futuro del calcio, rappresentano il futuro del nostro territorio”.

Il sindaco ricorda che “quando si è parlato di una prospettiva verso la Serie C per l’Adriese, abbiamo fatto una richiesta precisa: si può chiedere ad una città di investire 800mila euro senza una prospettiva sportiva di almeno 10-15 anni? Fin dall’inizio abbiamo chiesto inoltre collaborazione alle società calcistiche del centro, per fare un ragionamento complessivo in cui tutti potessero portare avanti la propria passione e professionalità, collaborando e mettendo come priorità il bene dei nostri ragazzi e quindi delle loro famiglie che fruiscono degli impianti sportivi comunali. Sappiamo bene, purtroppo, come è andata a finire, e come il fatto che al bando per la gestione e il recupero della struttura del Bressan, a differenza degli annunci pubblici, si presentò una sola società calcistica”.

La strada scelta dall’amministrazione sta infiammando il dibattito politico al punto che Giorgia Furlanetto, consigliera comunale di Fratelli d’Italia, lancia la sfida: “La città intera si ribelli: difendiamo l’Adriese”. E attacca: “Agghiacciante il comunicato di Barbierato perché di fatto alza un muro nei confronti della storica società calcistica. Un messaggio chiaro, quello del sindaco, che dinanzi alle richieste avanzate dalla società gira completamente le spalle e sfrontatamente li sfida. Una sberla nei confronti non solo della società calcistica, ma di tutti coloro che la sostengono. Quel comunicato – afferma l’esponente FdI – pare il film già visto in altre occasioni e suona come l’anticipazione di nefaste scelte politiche. Impossibile non cogliere in quelle righe una sorta di benservito alla società granata”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl