Cerca

IL CASO

“Trivelle troppo vicine all’oasi”

Italia Nostra, locale e nazionale, scrive al ministero: “E’ stata violata la normativa”

“Trivelle troppo vicine all’oasi”

Una piattaforma di trivellazione

“Il sottoscritto Fabio Bellettato quale presidente dell'Associazione Italia Nostra sezione di Rovigo, in relazione al procedimento di rilascio della concessione di coltivazione in oggetto, rileva quanto segue”. Comincia così la comunicazione che l’associazione ambientalista, sostenuta anche dalla presidente nazionale Ebe Giacometti, ha inviato al ministero della Transizione ecologica, per bloccare il via libera alle riprese delle estrazioni di idrocarburi.

“Si esprime innanzitutto il proprio fermo dissenso per il rilascio del decreto di compatibilità ambientale 29.03.2021 protocollo 5979 per ragioni di manifesta insostenibilità ambientale - prosegue la comunicazione - dell'intervento sia sotto il profilo generale, essendo inaccettabile con la transizione energetica l'apertura di ulteriori giacimenti di fonti fossili, che in relazione agli impatti locali, tanto in termini di rischio di subsidenza che di impatto sulla biodiversità. Si evidenzia poi il netto contrasto del progetto con l'articolo 6, comma 17, decreto legislativo 152/2006, essendo il giacimento a distanza inferiore ad un chilometro dal Sic Marino dell'Alto Adriatico. Si invitano pertanto le signorie loro a prendere atto di questa ultima violazione del decreto legislativo e quindi a denegare gli atti di assenso di competenza per il rilascio della richiesta concessione di coltivazione”.

“Inutile soggiungere - chiude infine la lettera trasmessa al ministero - che la mancata preventiva acquisizione dalla società richiedente di adeguate fidejussioni bancarie ed assicurative commisurate al recupero ambientale dell'area e ad altrettanto adeguate garanzie economiche commisurate al più grave incidente ipotizzabile, anche in termini di danni ambientali, di subsidenza, di danni alle opere idrauliche e di bonifica, oltreché alle attività economiche e turistiche, espone le autorità competenti ad ogni conseguente responsabilità”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy