you reporter

CAVARZERE

Le scelte “esose” di Henri Tommasi

Tuona Pasquali: “Sul groppone del bilancio 200mila euro, e 350 mila del contenzioso San Silvestro”

emanuele pasquali  cavarzere  consigliere comunale  henri tommasi

Emanuele Pasquali

11/07/2021 - 22:58

“Il sindaco continua a raccontare ‘non verità’ e l’unica certezza su cui possiamo contare sono i debiti che rimangono a causa della mala gestione. Quanti soldi dovremo ancora sborsare perché il ponte di Boscochiaro sia finito?”. Il consigliere comunale Emanuele Pasquali commenta così la causa intentata contro il Comune dalla ditta a cui erano stati affidati inizialmente i lavori di rifacimento del ponte di Boscochiaro. La società Ici Coop aveva chiamato in causa il comune chiedendo di pagare oltre un milione di euro per il risarcimento danni. La sentenza di primo grado del tribunale di Venezia, però, ha stabilito che il comune dovrà erogare “solamente” 150mila euro.

L’amministrazione, però, insoddisfatta del risultato, nei prossimi giorni farà appello per le spese legali che il giudice di primo grado ha imposto interamente al municipio.

“Il comunicato stampa del sindaco Henri Tommasi ha solo l’intento di mettere le mani avanti e di anticipare le polemiche sul retroscena dopo la sentenza con cui il comune di Cavarzere è stato condannato a pagare 150mila euro alla ditta Ici coop - ha esordito Pasquali - Durante l’ultimo consiglio comunale Tommasi non ha voluto rispondere all’interrogazione che avevo presentato, riguardante proprio la condanna del comune di Cavarzere in merito alla faccenda del ponte e la ditta incaricata dei lavori di costruzione dello stesso”.

E aggiunge: “Inoltre, da 15 giorni cerco di avere copia della sentenza datata maggio 2021, così come è previsto per legge. Tuttavia, tra mille espedienti, Tommasi non mi ha ancora fatto avere la documentazione, posticipando continuamente”.

“Sommando i 50mila euro pagati per spese non riconosciute e i 150mila euro di condanna, Ici Coop si porta a casa 200mila euro offerti dai cittadini di Cavarzere - prosegue Pasquali -. Mi auguro che la ditta friulana si fermi qui e non impugni la sentenza che in parte l’ha vista vittoriosa. La verità è che il sindaco lascia sul groppone 200mila euro da pagare, senza contare i 350mila riguardanti il contenzioso San Silvestro. Ho dato mandato ad un legale di esaminare la vicenda per un’eventuale segnalazione alla corte dei conti, poiché la scelta di estromettere Ici Coop fu solo una scelta politica, dalla quale si diedero assenti all’ultimo minuto l’assessore Renzo Sacchetto e Luciana Mischiari, lasciando il cerino in mano a Tommasi e agli assessori Paolo Fontolan e Heidi Crocco”.

E ancora: “Il sindaco continua a raccontare ‘non verità’: l’unica certezza su cui possiamo contare sono i debiti che rimangono a causa della mala gestione di tante faccende. Nel caso del ponte di Boscochiaro, inoltre, senza che il lavoro sia nemmeno finito, con il vecchio ponte ancora al suo posto e con un sacco di incognite. Quanti soldi dovremo ancora sborsare perché l’opera sia finita? E dire che da anni ho sempre sollevato tali questioni e, ora come allora, quando paleso verità scomode, Tommasi e compagnia sanno solo additare ciò che dico come propaganda politica, allarmismo, populismo… Quando manifesto dubbi e faccio domande su temi di evidente interesse pubblico, l’intenzione è che le faccende siano esposte in modo chiaro e che se ci sono problematiche vengano sistemate senza prolungarne i danni nel tempo. Ma a questa amministrazione piace nascondere la verità, screditando chi dice come stanno davvero le cose. Come vuoi, Tommasi, forse ti va bene essere ricordato come il sindaco delle cause perse… Peccato che a scontare le sentenze siano i cittadini di Cavarzere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl