you reporter

BERGANTINO

In ogni casa i nuovi bidoni smart

Ecoambiente ha illustrato la rivoluzione: arriva la tariffa puntuale, calcolata sui conferimenti

In ogni casa i nuovi bidoni smart

20/11/2021 - 16:47

Rivoluzione rifiuti: adesso ci siamo. Si è svolta venerdì sera, nell’auditorium municipale di Bergantino, con una nutrita partecipazione di pubblico, una serata informativa organizzata da Ecoambiente per illustrare agli utenti le imminenti novità in materia di raccolta differenziata.

La modifica principale del servizio, come anticipato nella lettera consegnata porta a porta nelle famiglie bergantinesi da Ecoambiente nei giorni scorsi, consisterà nel cosiddetto sistema di “tariffazione puntuale”, ovvero nel calcolo della parte variabile della tariffa anche sulla base del numero di conferimenti di rifiuto secco residuo effettuati nell’arco di un anno. Per consentire ciò, a breve verrà consegnato alla popolazione un kit per la raccolta dei rifiuti, contenente, tra l’altro, un nuovo bidone grigio per il rifiuto secco residuo, che verrà associato a ciascuna utenza con un codice univoco, mediante un microchip.

L’operatore di Ecoambiente, al momento della raccolta dei rifiuti, identificherà in modo automatico l’utenza servita, contabilizzando il numero di svuotamenti annui effettuati. Tale numero sarà utilizzato, appunto, per il calcolo della parte variabile della tariffa dei rifiuti. Con questo nuovo sistema, il contenitore del rifiuto secco residuo dovrà avvenire solo quando lo stesso risulterà pieno.

In apertura di serata, il sindaco Lara Chiccoli ha presentato gli ospiti intervenuti ringraziandoli per aver pensato a questo importante appuntamento “per informare e dare risposte alle domande che si stanno ponendo i cittadini in merito ai cambiamenti nel servizio di raccolta dei rifiuti. Nel ’96 a Bergantino è iniziata una nuova era, con l’avvio della raccolta differenziata, e ora siamo di fronte a una nuova svolta nel sistema di raccolta dei rifiuti”. Ha, quindi, ceduto la parola a Giovanni Biagini, direttore del consorzio di bacino di Rovigo, a Marco Trombini e Walter Giacetti, rispettivamente presidente e direttore di Ecoambiente, e a Paolo Carmignola, di Achab Group, agenzia di comunicazione ambientale che collabora con Ecoambiente.

Biagini, portando i saluti del presidente del consiglio di bacino Antonio Laruccia, ha confermato che “Bergantino nel ’96 fece parte del progetto pilota per la raccolta differenziata in provincia di Rovigo e anche oggi torna a essere tra i primi Comuni della provincia, una dozzina, che sperimenteranno questa nuova modalità di raccolta”.

Trombini ha spiegato che “nel 2002, quando iniziò la raccolta differenziata in tutta la provincia di Rovigo, la percentuale di rifiuti differenziati era solo del 22%. Oggi la media provinciale è circa del 65% e a Bergantino è del 67%. L’obiettivo da raggiungere, in base ai nuovi parametri regionali, è superare l’80%”. Poi Trombini ha anticipato che “il nuovo sistema di raccolta partirà subito, ma il 2022 sarà un anno di prova e la tariffazione puntuale inizierà solo dal primo gennaio 2023”.

Carmignola, della società Achab, che si occuperà della consegna dei nuovi contenitori per conto di Ecoambiente, ha informato che “la distribuzione avverrà a domicilio a partire da lunedì 29 novembre” specificando che “a ciascuna utenza verrà affidato un contenitore grigio per il rifiuto secco residuo, con microchip, della capacità di 120 litri, al quale dovrà essere apposto il codice a barre individuale. Unitamente, verranno consegnati anche altri contenitori, sacchetti per la raccolta dei rifiuti e materiale informativo”. Carmignola ha chiarito che “in caso di assenza di qualcuno addetto al ritiro al momento della consegna del kit, un avviso informerà che sarà possibile concordare telefonicamente un nuovo appuntamento. In ultima istanza, sarà possibile venire in possesso dei nuovi contenitori e dei sacchetti presso l’infopoint che sarà presente in piazza a Bergantino sabato 11 dicembre”.

In seguito, ha dato indicazioni pratiche sull’utilizzo del nuovo contenitore e sullo smaltimento di quello vecchio, oltre che sulla modalità corretta di separazione dei diversi materiali.

In conclusione, ha reso noto che entro fine anno verrà aperto uno sportello Ecoambiente di riferimento a Castelmassa e che, per ulteriori dubbi, sarà possibile assistere a una serata informativa in streaming lunedì 6 dicembre. Il pubblico in sala ha, infine, avuto modo di sottoporre numerose domande di chiarimento, a cui il direttore di Ecoambiente, Giacetti, ha risposto in modo approfondito ed esaustivo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Polesine i nostri primi 70 anni
Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl