you reporter

ROVIGO

L'Infiorata dei pompieri, emozioni e spettacolo

La tradizionale cerimonia apre il cammino verso le Feste

08/12/2021 - 19:07

L'antico rito si è rinnovato, ancora una volta, destando l'ammirazione e la gratitudine di tutta la città, riconoscente ai vigili del fuoco per la disponibilità, la perizia e la bravura con la quale hanno regalato uno spettacolo emozionante e suggestivo. L'infiorata, la cerimonia che, nel giorno dell'Immacolata, avvia il percorso che conduce alla Feste e al Natale.

Una organizzazione perfetta, che ha dovuto fare i conti con il maltempo che, però, non ha impedito a tante persone di assistere, "armate" di ombrello e di guanti, oltre che di telefonino. Il colpo d'occhio non ha, comunque, risentito della pioggia. Due, come sempre, i momenti principali della cerimonia. Nel primo, un vigile del fuoco si è calato in cordata dall'autoscala per arrivare poi di fronte alla statua della Vergine che si trova sulla facciata di Palazzo Nodari. Qui, ha deposto la corona di fiori destinata alla Madonna, nel giorno della Immacolata. Poi, due colleghi sono stati portati dall'autoscala sin sul campanile di Palazzo Nodari. Da qui, calandosi in cordata, hanno spiegato la grande immagine della Madonna.

A chiudere questo momento, speciale e suggestivo, i petali lanciata dall'autoscala e che sono lentamente planati sulla folla che, intanto, applaudiva con trasporto e, appunto, con grande riconoscenza. 

In precedenza, c'era stato il momento di preghiera guidato dal vescovo della diocesi di Adria Rovigo Pierantonio Pavanello, quindi un breve discorso del sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo, che ha in primo luogo ringraziato i vigili del fuoco e, quindi, invitato la cittadinanza a godersi la cerimonia e il periodo delle feste, ricordando, nel contempo, l'importanza di continuare a essere prudenti e rispettare le disposizioni contro il contagio.

A conferire un sapore speciale all'occasione, il fatto che, per il caporeparto dei vigili del fuoco Gabriele Davin, è stata l'ultima discesa in cordata: per lui, infatti, è arrivato il momento della pensione, dopo una vita in divisa. Ma pompiere, si sa, non si smette mai di esserlo. Buona vita!

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl