you reporter

ROVIGO

"La soluzione per Mardimago esiste!"

Il Comitato: "Un progetto c'è già, si tratta di applicarlo"

via mille.JPG

Via dei Mille a Mardimago

14/01/2022 - 11:42

"L'attuale amministrazione comunale, come peraltro avrebbero dovuto fare quelle che l'hanno preceduta, deve affrontare in modo strutturale il problema del traffico. Il fatto che sia difficile, non significa che sia impossibile!". Lo spiegano Marco Vedovetto e Giuliano Bernardinello, del Comitato ViviMardimago, che si batte per la soluzione del grave problema del traffico pesante che attraversa la frazione, creando situazioni di pericolo, ma anche danni, con le semplici vibrazioni generate, alle abitazioni.

"Rovigo - prosegue la comunicazione - è capoluogo del Polesine, quindi potrà far valere questa posizione. Con la burocrazia e la penuria di fondi certamente la soluzione non arriverà nel giro di uno o due anni, ma deve essere iniziato un percorso serio! In Provincia di Rovigo giace un progetto di viabilità alternativa sviluppato con il contributo di una tesi di laurea che riprende il progetto definito oltre 20 anni fa che ha consentito la realizzazione solo di via Serafino Zennaro a Villadose".

"Ora con la realizzazione della bretella che collegherà Via porta a Mare con la discarica potrebbe aprirsi l'opportunità di mettere le basi per completare il progetto nel cassetto visto che il Sindaco ha previsto il potenziamento anche dell'ufficio per la ricerca e la partecipazione ai bandi! Per questo motivo gli interventi a spot snocciolati non sono risolutivi del problema principale. Vero, è meglio di nulla, ma non basta! E soprattutto le cose devono essere fatte bene".

"Sono stati messi i limiti di velocità ed il divieto di transito per i mezzi pesanti non diretti ad Anguillara e San Martino dalla precedente amministrazione e l'autovelox da questa? Bene, facciamoli rispettare a tutti, iniziando dai mezzi pesanti di Ecoambiente che passano tutti per la frazione, per i quali e non solo per loro, il limite di 30, più che ai km/h sembra riferirsi ai secondi che devono impiegare per attraversare Viale dei Mille!".

"Gli interventi in via Custoza hanno risolto una situazione annosa e pericolosissima, ma l'intervento è stato fatto a tratti e lo stesso è accaduto anche in Via Curtatone come puntualmente documentato e segnalato dal Comitato Vivi Mardimago. La ditta che ha fatto i lavori ha riconosciuto l'errore, ma invece di rimediare al pasticcio, ha fatto interventi altrove, immaginiamo non su propria iniziativa! L'Arpav ha messo in evidenza come l'impatto acustico generato dal traffico sia intollerabile. Un contributo significativo è dato anche dal rumore generato dal manto stradale in condizioni critiche che viene rappezzato di volta in volta, ma si sa aggiusti da una parte e si rompe dall'altra".

"Il Comitato come detto più volte, riconosce la disponibilità al dialogo e gli interventi, ma è altrettanto convinto che parallelamente debba essere intrapresa un'azione strategica per il territorio visto che è interessato tutto il quadrante a nord est di Rovigo che si estende anche nelle province limitrofe di Padova e Venezia. Il messaggio che il Comitato vuole dare all'amministrazione comunale è che Mardimago sta pagando da troppi anni un prezzo altissimo, togliere solo i mezzi di Ecoambiente ci fa ritornare a due anni fa quando il problema era già presente e gravissimo. E' tempo di iniziare a pensare in grande anche per noi, se ce la fate".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl