Cerca

ROVIGO

Estrae il dente sbagliato, dentista condannato

Due mesi di reclusione, subito sospesi, per l'ipotesi di reato di lesioni colpose

Estrae il dente sbagliato, dentista condannato

Il dentista ha tolto il dente sbagliato. Uno sano, lasciando al proprio posto quello che, invece, sarebbe stato da estrarre. Non solo: avrebbe “eliminato” proprio quello che sarebbe dovuto servire da ancoraggio per la protesi che si doveva realizzare.

Questa la ricostruzione dei fatti dell’accusa, a carico di un odontoiatra che è stato condannato a due mesi di reclusione, subito sospesi con la condizionale, e a un risarcimento di 3500 euro in favore del paziente, costituitosi parte civile e seguito dall’avvocato Ivan Agnesini. Si procedeva per l’ipotesi di reato di lesioni colpose. I fatti per i quali si era a processo risalgono al 2018.

L’estrazione del dente, secondo questa ricostruzione, si inseriva in un intervento più ampio, finalizzato alla installazione di una protesi.
Al momento di rimuovere un dente non sano, però, sarebbe stato commesso l’errore. Per due volte la Procura aveva domandato l’archiviazione del procedimento, pure in presenza, la seconda, di una consulenza che secondo la parte civile dimostrava negligenza da parte del professionista.

Alla fine, fu il giudice per le indagini preliminari a ordinare l’imputazione coatta, aprendo quindi le porte al processo dibattimentale che, in primo grado, ha appunto visto la condanna dell’odontoiatra. Verdetto che, comunque, potrà essere impugnato in Appello.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy