you reporter

Lendinara

Tornano gli "Amici di Garibaldi”

Ripartono le attività dopo un anno di pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria. Si ripropone la quarta edizione del cineforum “Il Risorgimento al cinema”, con quattro proiezioni

“Lendinara Comune Plastic Free”

22/02/2022 - 10:34

L’Associazione "Amici di Garibaldi", dopo un anno di forzata pausa dovuta all’emergenza sanitaria, ripropone la quarta edizione del cineforum “Il Risorgimento al cinema”, dopo il grande successo delle precedenti. Saranno quattro le proiezioni proposte al Museo del Risorgimento Polesano, alla Cittadella della Cultura di Lendinara, il sabato pomeriggio, dal 26 febbraio al 26 marzo, ad ingresso libero e nel rispetto della normativa sanitaria vigente, per illustrare il lungo cammino dell’Unità nazionale, visto attraverso l’arte cinematografica.

La rassegna, come precisa il comunicato del presidente professor Marco Chinaglia, “intende accompagnare le ricorrenze del 25 febbraio (anniversario della visita di Garibaldi alla Città di Lendinara, avvenuta nel 1867), del 17 marzo (fondazione del Regno d’Italia nel 1861 e del Corpo dei Cacciatori delle Alpi nel 1859) ed anticipare la data del 2 giugno (festa della Repubblica, ma anche anniversario delle morti di Garibaldi ed Alberto Mario, rispettivamente nel 1882 e nel 1883)”. Quattro i titoli in programma, sempre con inizio alle 16.30: “Il resto di niente” di A. De Lillo (26 febbraio), “Allonsanfan” (5 marzo), “Quanto è bello lu murire acciso” (19 marzo), “Senso” (26 marzo). Quest’anno la rassegna si carica di ulteriore significato: il 10 marzo 1872, infatti, centocinquant’anni fa, moriva a Pisa, all’età di 66 anni Giuseppe Mazzini, figura non solamente cruciale per le vicende del processo unitario nazionale e nell’integrazione europea, ma anche punto di riferimento per le figure di Alberto e Jessie White Mario. Il patriota lendinarese fu proprio tra i protagonisti della rivolta studentesca dell'8 febbraio 1848, che diede origine ai moti nell'area veneta, episodio da ricordare nell'ambito degli 800 anni dell'Università di Padova, fondata nell'antico 1222.

Come d’abitudine, ogni proiezione sarà introdotta da uno studioso, espressione di altrettante realtà culturali del territorio, da Lendinara a Rovigo passando per Fratta Polesine, “per rinsaldare ancor di più i legami che uniscono le istituzioni che, in Polesine si occupano della memoria storica del Risorgimento con il Museo cittadino”. Assieme all’Associazione e al patrocinio e sostegno dell’amministrazione della Città di Lendinara partecipano all’iniziativa il Comitato Provinciale di Rovigo dell'Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, il Coordinamento nazionale associazioni del Risorgimento “Ferruccio”, la sezione di Padova e Rovigo “G. Ascoli Vitali Norsa” dell’Associazione Mazziniana Italiana, l’Associazione Nazionale Cacciatori delle Alpi - Sez. Lendinara e Polesine “Gen. D. Piva”, il Cur Consorzio Università Rovigo, la Casa Museo Giacomo Matteotti di Fratta Polesine, l’Università Popolare Auser di Lendinara.

L’Associazione Amici di Garibaldi, sempre attiva per la promozione della cultura e della storia del territorio nazionale, apre anche al tesseramento e al rinnovo delle iscrizioni, alla quota di 10 euro. Sarà possibile contattare l’associazione scrivendo all’indirizzo amicidigaribaldi@gmail.com o al numero 349 7829166.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl