Cerca

CORONAVIRUS IN ITALIA

"Il booster abbatte la mortalità di dieci volte"

Il dato è contenuto le report dell'Istituto superiore di sanità

Muore a 51 anni dopo la prima dose di vaccino

Vaccini

L’Istituto superiore di sanità  ha pubblicato il proprio report settimanale “Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezione ed efficacia vaccinale”. Un documento che contiene dati molto importanti, a quanto riportato dal quotidiano online Open, in particolare per capire la protezione che viene garantita dal ciclo vaccinale completo.

"Secondo quanto emerso - si legge infatti - la dose booster risulta proteggere di più dal rischio di contagio, anche nel caso della variante Omicron. La protezione è pari a 66 per cento o più, nelle diverse fasce d’età. Nei vaccinati con terza dose la protezione è del 90 per cento, in particolar modo negli over 70. Rilevante anche il dato sul tasso di mortalità: nei soggetti dopo i 5 anni non vaccinati è circa cinque volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno o pari a 120 giorni e all’incirca dieci volte più elevato rispetto ai vaccinati con dose booster".

"Nei soggetti dai 5 anni in poi non vaccinati, rispetto ai vaccinati da meno di quattro mesi con terza dose, anche il tasso di ricovero è quattro volte più alto (127 ricoveri per 100.000 abitanti). Il dato è relativo al periodo dal 25 febbraio al 27 marzo. Nello stesso arco temporale anche il tasso delle ospedalizzazioni (degli over 5) per i non vaccinati è tre volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da quattro mesi (41 ricoveri per 100.000 abitanti) e circa cinque volte più alto rispetto ai vaccinati con tutte le dosi.

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy