you reporter

PORTO VIRO

“Armonie srl, situazione paradossale”

“Licenziamenti collettivi, mancata retribuzione degli ultimi due stipendi e negozi senza merci”

“Armonie srl, situazione paradossale”

04/05/2022 - 18:57

La Fisascat Cisl nazionale accende i riflettori sulla situazione di disagio dei circa 180 lavoratori dipendenti della Armonie srl, società bolognese della grande distribuzione organizzata attiva nel settore della gestione di supermercati in Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. E uno di questi è a Porto Viro. La società, denuncia la federazione cislina, “vive ormai da mesi una situazione critica e, per molti versi, paradossale”. “Licenziamenti collettivi, mancata corresponsione delle ultime due retribuzioni, negozi sprovvisti di merci ed un tentativo andato a vuoto di cedere - in regime di fitto di ramo aziendale - i negozi di Aviano, Cesena, Concordia, Conegliano, Cornuda, Fusignano, Monfalcone, Palmanova, Porto Viro, San Mauro Pascoli, Tarcento e Stanghella ad un’altra società, la Mb Srl, purtroppo, fanno pensare al peggio per le lavoratrici ed i lavoratori provati da una situazione che si trascina da troppo tempo e che sempre di più si dimettono pur di non protrarre oltre questo stato di sofferenza” si sottolinea in una nota trasmessa alla Prefetture e alla direzione aziendale.

“I lavoratori – prosegue la missiva - si sentono abbandonati dalle Istituzioni e vittime di una crisi inspiegabile, anche alla luce del tutt’altro che negativo andamento del settore della distribuzione commerciale dei generi alimentari soprattutto nel periodo pandemico. 180 lavoratrici e lavoratori, 180 nuclei familiari, in difficoltà, deprivati del reddito, alla mercé dei rincari indiscriminati che il nostro Paese sta vivendo in queste settimane ed in questi mesi, impossibilitati, non per loro responsabilità, a far fronte anche ai più elementari bisogni dei propri nuclei familiari, umiliati da una situazione di fatto i cui artefici si sottraggono ad una necessaria assunzione di responsabilità”. “A più riprese abbiamo tentato di interloquire con la società, soprattutto con l’obiettivo di mettere in sicurezza gli organici, anche mediante il ricorso agli ammortizzatori sociali attivabili per il caso specifico, ma si sono viste opporre una tattica dilatoria da parte di Armonie Sr, che si è sistematicamente finora sottratto a qualsiasi incontro” ha stigmatizzato il segretario generale aggiunto della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice.

Al fine di evitare un’escalation del disagio sociale che sta colpendo lavoratrici e lavoratori inermi – ha concluso il sindacalista - abbiamo sollecitato le Prefetture a convocare un incontro con le organizzazioni sindacali territoriali e con i responsabili aziendali di Armonie Srl per effettuare una valutazione sullo stato di crisi che attanaglia la società e per addivenire ad un chiarimento rispetto alle soluzioni da ricercare per una positiva risoluzione della vertenza”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl