you reporter

LA STORIA

Questi ragazzi hanno creato un satellite. E funziona!

Tutti adolescenti, hanno vinto il primo premio. Bravissimi!

Questi ragazzi hanno creato un satellite. E funziona!

10/05/2022 - 20:57

"Mi chiamo Tommaso Schiesaro, ho 15 anni e ho una forte passione per l'astronautica e per il razzimodellismo sin da quando ho 8 anni. Tra venerdì e domenica, all'aviosuperficie di Molinella si è svolta la competizione CanSat Italia 2022, una sfida tra studenti: bisogna costruire e recuperare un CanSat cioè un piccolo satellite con dentro dell'elettronica costruita e programmata da noi studenti, il CanSat non può superare i 350 gr e le dimensioni di una lattina da, ossia 333 ml".

Comincia così la storia di una grande passione, di una grande tenacia e di una spiccata intelligenza, di un gruppo di ragazzi che hanno un sogno e lo seguono.

"Quest'anno - prosegue il racconto di Tommaso - hanno partecipato 12 scuole, purtroppo 8 si sono ritirate e tra queste 8 c'era il team di cui sono il project manager, 'I-9761 Rocketry Tea'". Eravamo i 6 più giovani: Alan (14 anni, Reggio Emilia), Lucio (14 anni, Ancona), io, Alessandro (15 anni, Bologna), Arianna (15 anni, San Marino) e Riccardo (17 anni, Torino). Come si può notare oltre alla diversa età e alla diversa provenienza non era eravamo appoggiati alla scuola come tutti gli altri, infatti vederci è stato molto difficile, ci siamo visti solo tre volte, mentre gli altri si vedevano ogni giorno".

"Sabato alle 12:05 il, razzo dell'Associozione Italiana di Razzimodellismo ha decollato con a bordo il nostro Cansat, chiamato BetaSat, che abbiamo recuperato con molta fatica dopo più di un ora sotto la pioggia battente 3 km di campi fangosi. Tutto era andato perfettamente. Il giorno dopo, domenica, abbiamo presentato il nostro progetto: abbiamo lanciato un cansat alimentato con l'energia nucleare. Contro qualsiasi pronostico abbiamo vinto il primo premio per la categoria 'Technical Achievement' e siamo arrivati secondi nella classifica generale".

"Siamo stati la squadra più giovane che abbia mai partecipato a cansat italia e siamo arrivati secondi, nonostante tutte le difficoltà e le poche conoscenze rispetto alle altre squadre più grandi. (Quasi tutti gli altri avevano 18/17 anni). Io mi sono occupato di costruire il cansat fisicamente: ero anche, oltre che il project manager, il responsabile dell'hardware".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl