Cerca

Adria

Stadio "Bettinazzi", il bando diventa un caso

Il sindaco: “Il bando per la gestione è stato studiato per dare continuità all’Adriese”

Stadio "Bettinazzi", il bando diventa un caso

A dir poco sorprendenti le dichiarazioni del sindaco Omar Barbierato sulla vicenda del bando per la gestione dello stadio Bettinazzi. Dice infatti il sindaco in un comunicato stampa: “Il bando per la gestione del Bettinazzi è stato studiato per dare continuità all’Adriese”. E ancora: “Siamo riusciti a realizzare un bando per la gestione delle strutture sportive per i prossimi cinque anni, che di fatto risponde alle richieste dei vertici dell’Adriese”. E come se non bastasse aggiunge: “Come amministrazione specifichiamo in merito alla richiesta del canone, calcolato sui dati di bilancio forniti dalla società, che lo stadio Bettinazzi è un impianto sportivo con rilevanza economica, cioè che produce reddito”.

Dichiarazioni con le quali il sindaco si prende la grave responsabilità di affermare che un bando pubblico è stato costruito a misura per un determinato soggetto privato. Ironia al vetriolo di Giorgia Furlanetto sui social: “Ma voi ce l’avete un sindaco canterino che va sulla stampa a dire che il comune fa un bando pubblico creato per rispondere alle richieste di una determinata società? Noi sì!”. Inoltre la consigliera comunale si dice scandalizzata del fatto che “nel consiglio comunale di giovedì scorso si sia parlato di omofobia e panchine Lgtb mentre è stata completamente ignorata la grave questione del Bettinazzi, a conferma che questa amministrazione civica pensa alla battaglie ideologiche e non ai problemi reali, concreti e contingenti della città”.

In attesa di capire di capire come si svilupperà la questione del bando e quali scelte farà l’Us Adriese, Barbierato ribadisce che “come amministrazione abbiamo sempre dato massima disponibilità di incontrare la società per confrontarsi per il bene della città, e non abbiamo mai scelto di discutere tramite la carta stampata per rispetto della società Adriese. Confermiamo il nostro impegno a un confronto costruttivo e sincero, che dica alla città e ai tifosi qual è il progetto sportivo della società”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy