you reporter

Piccoli teppisti in centro, zuffa con un residente

Adria

72406

24/02/2017 - 09:37

Centro città nella morsa dei teppisti. A tenere in pugno via Pignara, a due passi dalla cattedrale e dal centro giovanile San Pietro è una banda di bulli adolescenti, che qualche giorno fa hanno dato il peggio di loro, attaccando rissa con un 40enne.



Doveva essere l'ennesimo passatempo da gradassi, invece è sfociato in una lite in cui è intervenuta addirittura una pattuglia dei carabinieri. Lunedì sera, verso le 19 i un gruppo di sei o sette ragazzini stava suonando con insistenza il campanello di un anziano per prenderlo in giro.



Dello scherzo si è accorto un vicino di casa, che prima ha filmato la scena e poi ha deciso di intervenire. Ma il rimprovero ai bulli lo ha trascinato in una zuffa: uno degli adolescenti, infatti, gli ha risposto con parole grosse e dalle offese alle mani il passo è stato breve. Fra i due sono volati calci e pugni prima che altri residenti riuscissero a staccarli. A calmare gli animi ci hanno pensato, poi, i carabinieri, intervenuti sul posto con una pattuglia.



L'episodio di lunedì è soltanto l'ultimo di una lunga serie: i bulli di Adria infatti hanno dato prova del loro disprezzo delle regole prendendo di mira sia i passanti, con pesanti offese, sia le auto in sosta. Qualche tempo fa i proprietari di alcuni veicoli si sono ritrovati specchietti e la carrozzeria danneggiati e il cruscotto pieno di sputi.



Neppure il cimitero è stato risparmiato dalla loro arroganza: i teppisti infatti sono stati beccati a giocare nel camposanto, facendo addirittura slalom in bici fra le tombe.



Una situazione intollerabile, a cui il sindaco Massimo Barbujani intende far fronte intensificando i controlli da parte dei vigili urbani e lanciando un appello alle famiglieper rispondere in modo efficace al vuoto educativo.



LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl