you reporter

Baby ladri in casa si giustificano: siamo costretti a rubare

Adria

83723

22/06/2017 - 18:16

Quando è entrato in casa, poco dopo le 10 di mattina, e ha trovato due ragazzini sul suo terrazzo che stavano provando a scassinare la porta d'accesso, non ci è rimasto bene.



Protagonista un imprenditore di Riviera Amolaretta, al quale i due piccoli ladri (all'apparenza rom) hanno cercato di spiegare che non lo volevano fare, ma che venivano costretti sotto minaccia a rubare nelle case.



Una spiegazione che ha distratto l'imprenditore, al quale i due sono letteralmente sfuggiti di mano correndo a perdifiato per la strada.



L'uomo, però, non ha mollato; ha iniziato a gridare e si è messo all'inseguimento dei due in compagnia di tre finanzieri in borghese che si trovavano a passare per strada.



I ragazzini sono stati fermati in via Pozzato, e portati dai militari alla Tenenza della Guardia di finanza di Adria da dove, poi, sono stati avvertiti i carabinieri per le formalità di rito.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl