you reporter

Omar Pedrini e gli “Skiantos” in concerto

Adria

88865

02/08/2017 - 22:30

Evento musicale domani sera, 3 agosto, nel cortile della Casa delle associazioni, ad Adria, con Omar Pedrini e gli Skiantos featuring in concerto.



“Registro musicale che non ammette pregiudizi - annunciano gli organizzatori - la città etrusca ospita il concerto più provocatorio e rockettaro dell’intera stagione”.



Appuntamento, allora, alle 21.30, in via Dante Alighieri. L’iniziativa rientra nel tour “Tra ville e giardini” promosso dalla Provincia di Rovigo e organizzato nell’ambito dell’accordo di programma tra Regione e Provincia, Ente Rovigo Festival,col contributo della fondazione Cariparo e la collaborazione di 14 comuni polesani.



Il gruppo bolognese, fondatore del rock demenziale negli anni ‘70, gli Skiantos, presenterà alcuni suoi successi conditi dalla partecipazione del cantautore, chitarrista e poeta, Omar Pedrini, ex componente e autore dei Timoria, rock band all’apice del successo negli anni ’90. Il connubio, strano solo in apparenza, rivela la grande amicizia e frequentazione tra Pedrini e gli Skiantos, in particolare col loro leader Roberto Freak Antoni, fine intellettuale, scomparso nel 2014, al quale è dedicato il concerto, ideato anche per raccogliere fondi per la costruzione a Bologna di una statua a lui dedicata.



Archiviata l’esperienza con i Timoria, Omar Pedrini ha intrapreso la carriera da solista, autore e conduttore televisivo per la Rai. E’ uscito nel 2017 il suo ultimo album “Come se non ci fosse un domani”, titolo apertamente allusivo all’ultimo difficile intervento al cuore subito dal cantautore. Nella track list ritorna il segnale della passione di Pedrini per gli Skiantos col brano “Freak Antoni”, che sarà presentato nel concerto di questa sera e che è il pretesto per tornare a suonare e cantare con gli Skiantos.



Questo gruppo, sciolto e riunito nel corso del tempo, è noto per i testi irriverenti e ironici, da cui emerge una satira raffinata e graffiante, quasi surreale, che va sotto il nome di rock demenziale. Le loro provocazioni, come il lancio di ortaggi al pubblico o il cucinarsi gli spaghetti sul palco, erano etichettati come avanguardia o, più semplicemente, un tentativo di scrollare gli spettatori dalla “catalessi” .



Il servizio sulla Voce del 3 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl