you reporter

Il sindaco di Adria: “Non fate elemosina ai profughi”

Adria

elemosina.jpg

25/08/2017 - 20:00

Non fate elemosina ai profughi, se volete aiutarli sostenete le associazioni onlus che se ne occupano”. L’invito di Massimo Barbujani, sindaco di Adria, arriva deciso e senza appello, dopo che in questi mesi il numero di richiedenti asilo questuanti è aumentato sensibilmente ad Adria. “E’ un problema che si sta manifestando in questo ultimo mese - le parole di Bobo - ci sono diversi extracomunitari che chiedono l’elemosina sia davanti ai supermercati che ai centri commerciali, ma pure fuori dai locali particolarmente frequentati”.



“Qualche giorno fa mi ha contattato il titolare di un ristorante di Cavanella Po molto infastidito per il fatto che in diversi giorni della settimana alcuni dei richiedenti asilo ospitati a Borgo Fiorito vengono a chiedere l’elemosina fuori dal suo locale” riprende il sindaco.



“Invito tutta la cittadinanza a non dare nessun tipo di offerta a queste persone - le parole di Bobo - perché questo denaro verrebbe speso in malo modo dagli stessi. E’ un appello importante che deve toccare ognuno di noi, affinché si capisca la gravità di questa situazione”.



“E chiunque volesse fare delle donazioni a favore di queste comunità, si potrà rivolgere alle associazioni come Caritas o le onlus preposte a questo tipo di servizio - invita Barbujani - perché queste risorse vengano devolute a chi veramente ne ha un importante bisogno e non a persone che approfittano di questa loro situazione”.


Il servizio completo in edicola sulla Voce di sabato 26 agosto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl