Cerca

Spinello torna sulla delicata vicenda dei Borghi autentici

Adria

Spinello.jpg
Il caso Borghi che ha investito l’amministrazione comunale e in particolar modo l’assessore Patrizia Osti continua a far discutere a palazzo Tassoni.
Il caso Borghi che ha investito l’amministrazione comunale e in particolar modo l’assessore Patrizia Osti continua a far discutere a palazzo Tassoni. Sull’argomento prende la parola l’esponente del Pd Sandro Gino Spinello: “Il sindaco Barbujani l’ha ammesso: ‘per i Borghi autentici abbiamo sbagliato per 230mila euro’. Ora attendiamo gli atti conseguenti sul piano politico; per il resto lasciamo che la magistratura faccia il suo corso”.



Spinello ripercorre la vicenda: “Vale la pena ricordare le cifre: per il progetto Adria Borgo autentico nelle terre dei Grandi Fiumi nel bilancio comunale 2014 vengono stanziati 301mila euro di cui 198mila, si disse allora, sarebbero stati rimborsati dall’ Avepa, grazie a contributi sui fondi europei. A conclusione di quelle disastrose manifestazioni l’ associazione Bai, organizzatrice degli eventi, presenta un conto spese di 293mila e 256 euro, ma gli uffici comunali riconoscono pertinenti al progetto solo 161mila e 650 euro”.



Prosegue Spinello: “Rimangono scoperti 131mila e 607 euro. La giunta, non si sa ancora bene perché, contro il parere degli uffici competenti, decide di erogare all’associazione organizzatrice ulteriori 72mila euro. Qui è scattata la tagliola della Corte dei Conti che ha chiesto chiarimenti, avvertendo che se le delucidazioni fornite non saranno convincenti, spetterà al sindaco e agli assessori rispondere in solido per i 72.100 euro liquidati senza giustificazione apparente”.


Il servizio completo sulla Voce del 20 settembre
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy