you reporter

Adria

22 milioni per l'elettrificazione

Annuncio dell’assessore De Berti al tavolo tecnico a Venezia

22 milioni per l'elettrificazione

21/02/2019 - 17:38

Trasferta a Venezia per il sindaco di Adria Omar Barbierato, insieme alla consigliere regionale Patrizia Bartelle, per partecipare ai lavori della seconda commissione e portare le istanze dei pendolari dove si sono svolte le audizioni, tra gli altri, dell’assessore Elisa De Berti e del presidente di Sistemi territoriali Gian Michele Gambato.

“Questa ulteriore possibilità di confronto - commenta l’assessore Elisa De Berti - è senz’altro utile per affrontare le criticità di una linea ferroviaria che ha più passaggi a livello che chilometri, tante fermate ravvicinate, che deve scontare un’intensa urbanizzazione vicino alla ferrovia, in fascia di rispetto. E’ giusto sentire le esigenze dei pendolari soprattutto per lo studio di possibili nuovi orari. Abbiamo destinato risorse importanti a favore di Sistemi territoriali per l’acquisto di nuovi treni, nonché per l’elettrificazione della linea con 22 milioni la quale, tuttavia, avrebbe più senso qualora venisse eliminata qualche fermata, per velocizzare l’andatura dei treni. Inoltre è necessario eliminare alcuni passaggi a livello e per studiare nuovi orari. Ad ogni modo, prima di tutto, va garantita la sicurezza ferroviaria e bisogna contemperare le esigenze di tutti i soggetti coinvolti e va sicuramente migliorata l’informazione da garantire ai pendolari durante il viaggio”.


Pieno appoggio al lavoro portato avanti da De Berti arriva dall’assessore regionale polesano Cristiano Corazzari. “Continua l’importante lavoro della collega alle infrastrutture e trasporti - esordisce Corazzari - lavoro che seguo da vicino e che riguarda gli interventi sulle criticità della linea ferroviaria tratta Adria-Mestre. Ci tengo a ricordare che si tratta di un grande lavoro sul quale è necessario continuare il reciproco confronto perché si tratta di importanti investimenti dei quali, proprio in quanto tali, sono destinati a durare piuttosto a lungo e hanno bisogno di tempo per essere portati a termine, come ad esempio rimodernare innanzitutto la rete ferroviaria e l’acquisto di treni spaziosi e confortevoli. Manutenzione straordinaria sulla rete, acquisto di nuovi treni, da spalmare sui percorsi più battuti con finanziamento da parte del Fsc, ovvero, Fondo per lo sviluppo e la coesione, già Fas, rinnovo delle linee ferroviarie, sono alcuni tra gli interventi più significativi e riguardano le linee Verona-Rovigo, Rovigo-Chioggia e l’Adria-Mestre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl