you reporter

ADRIA

Il "mercato diviso" finisce per dividere tutti

C'è chi gradisce, ma anche chi si trova spaesato

Una giornata in chiaroscuro, per il mercato di Adria di questa mattina sabato 21 novembre: per la prima volta nella sua storia gli ambulanti sono stati divisi in quatto settori con tanto di perimetrazione, quindi ingresso e uscita unidirezionali e controllati dai volontari della Protezione civile, in base al piano messo a punto da Enrico Bonato, consigliere comunale delegato alla protezione civile.

Il tutto per rispettare le norme di sicurezza sanitaria anti Covid-19. Ma non tutto è andato per il verso giusto. Forti malumori tra gli operatori commerciali, molti dei quali hanno dovuto cambiare posto, creando non poca confusione; perplessità da parte dei cittadini che si sono visti disorientati. La maggioranza degli abitué del mercato sono apparsi rassegnati, contenti di avere il mercato al completo, o quasi. Non pochi disagi, invece, lungo i marciapiedi dietro le bancarelle, dove veniva indirizzata la gente per raggiungere il punto di entrata, creando anche situazioni di assembramento.

Comunque a metà mattina il sindaco Omar Barbierato ha voluto postare sui social un ringraziamento a "Polizia locale, Protezione civile, Pro loco ed Enrico Bonato", sottolineando "la collaborazione di ambulanti e cittadini: i mercati del sabato si stanno svolgendo in sicurezza grazie al nuovo piano programmato nel rispetto dell'ordinanza regionale e delle normative Covid".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl