Cerca

Diga di Badia Polesine <br/> Consorzio di Bonifica all'attacco

visentin[1].JPG

Mauro Visentin

Il presidente del Consorzio di Bonifica Adige-Po Mauro Visentin, critica duramente il progetto "che va a totale discapito di una terra fertile ma anche estremamente fragile".
Dura presa di posizione del presidente del Consorzio di Bonifica Adige Po, Mauro Visentin, sulla questione della diga a monte di Badia Polesine. Il numero uno di piazza Garibaldi parla di "scarsa conoscenza della realtà polesana" in riferimento a chi lancia tale proposta, "che appare a totale discapito di una terra fertile ma anche estremamente fragile".
Visentin va giù duro: "C'è stata poca informazione a beneficio degli enti territoriali: occorre sapere che barriere limiterebbero il deflusso delle acque, necessarie per le pratiche irrigue. Ritengo che coinvolgere chi lavora sul territorio sia doveroso: solo il confronto può portare a soluzioni realizzabili, altrimenti, e lo abbiamo visto in questo caso, il rischio è partorire idee non sicure per i terreni e soprattutto le abitazioni. La progettazione di strutture idroelettriche non deve considerare il fiume per solo scopo di lucro: la sicurezza deve venire prima di tutto".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy