Cerca

Non versò l'Iva per pagare gli stipendi <br/> imprenditore assolto dalla Cassazione

Tribunale

tribunale[2].JPG

Il tribunale di Rovigo

Ribaltata la condanna a quello che all'epoca dei fatti era il legale rappresentante della Acciaierie Badiesi.
Non pagare l'Iva non è un reato penale, se quei soldi vengono usati per pagare gli stipendi ai dipendenti. E' quanto ha deciso la Corte di Cassazione, che ha annullato la condanna a quello che all'epoca dei fatti era il legale rappresentante della Acciaierie Badiesi.
L'imprenditore non aveva saldato l'Iva per 1.227 milioni di euro: 650.535 euro nel 2006 e 626.902 nel 2007. Nel processo di primo grado il giudice aveva tenuto conto che queste omissioni erano dovute al fatto che si era data priorità all'adempimento degli obblighi verso gli operai e a degli investimenti indispensabili per la sopravvivenza dell'azienda. Una sentenza che era stata poi ribaltata in appello, dove l'imprenditore era stato condannato. Ma ora la Cassazione ha dato ragione al tribunale di primo grado, assolvendo l'uomo e rimettendo gli atti alla Corte suprema di Venezia, tenuta ad applicare quanto indicato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy