you reporter

Festa dell'Unità nazionale in città <br/> celebrata alla chiesa di San Biagio

Lendinara

49826

09/11/2015 - 13:00

LENDINARA – Alla presenza delle autorità civili e militari, dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma, Lendinara ha celebrato ieri la Festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate.

La chiesa di San Biagio ha accolto la messa di suffragio, celebrata da don Massimo Guerra e monsignor Vittorio De Stefani. “La guerra è una follia, come ha detto Papa Francesco, e questa giornata rappresenta un doveroso omaggio a chi ha dato la propria vita per la Patria” ha sottolineato nell’omelia monsignor De Stefani, che ha quindi snocciolato i numeri che tratteggiano il peso che ebbe la prima guerra mondiale in termini di vite. Di fronte al famedio della prima guerra mondiale, il dottor Pier Luigi Bagatin è intervenuto ricordando le tappe storiche dell’armistizio, che segnò la fine della Grande guerra e che in qualche modo pose le basi per un conflitto ancora più grande.

Il sindaco Luigi Viaro ha letto i nomi dei 120 soldati lendinaresi morti in guerra o per cause ad essa legate.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl