you reporter

Omicidio a Lendinara <br/> un corpo trovato nel Valdentro

Il caso

carabinieriCA1OZ8NR.JPG

Una pattuglia dei carabinieri

Lo hanno trovato riverso nello scolo Valdentro. E per i Carabinieri è omicidio. Nella notte di martedì 2 febbraio, intorno alle 23, i Vigili del fuoco sono stati chiamati per recuperare un corpo avvistato nello scolo del comune di Lendinara. Sul posto anche i Carabinieri della compagnia locale e del Nucleo investigativo di Rovigo. La salma presentava un foro di proiettile sul viso, e corrisponde a un 51enne residente a Giacciano con Baruchella, Massimo Negrini, la cui scomparsa era stata denunciata domenica 31 gennaio. L'uomo, divorziato e che viveva da solo, era titolare di un'azienda di Calto che costruisce casette da esterno in legno, ed era molto conosciuto in zona, pur essendo una persona schiva e riservata. E in tarda mattinata di mercoledì 3 febbraio, i Carabinieri hanno fermato un uomo, portandolo in carcere a Rovigo. Si tratta di un polesano, ed è il sospettato numero uno dell'omicidio, al quale è stata trovata una pistola compatibile con quella usata per sparare a Negrini. Sembra che a monte ci fossero questioni di lavoro tra i due.

Il servizio completo in edicola nella Voce di giovedì 4 febbraio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl