you reporter

Accusato di stalking dalla ex moglie <br/> condannato per imbrattamento di mura

Il caso

47525

In tribunale

10/03/2016 - 07:00

Riempie di scritte offendendo la ex moglie ma firmandosi come suo studente: condannato per deturpamento di beni immobili un insegnante di Lendinara. Ennesimo capitolo di una vicenda che ha visto assoluzioni e condanne per molestie, stalking ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni.



L'uomo è stato condannando anche a pagare mille euro di ammenda, oltre a mille euro di risarcimento alla parte civile, la ex moglie e alle spese legali. Le denunce dell'uomo alla ex moglie invece erano state tutte archiviate.



Per perseguitarla, l’ex marito avrebbe fatto finta di essere uno studente che la odiava. E così avrebbe riempito di graffiti e scritte volgari i muri e i platani sulla strada Rovigo-Lendinara, la scuola dove la donna insegnava e il garage del condominio dove viveva. Gli episodi sono successi tra il marzo del 2009 e la vigilia di Natale del 2010.



Alla fine la perizia calligrafica fatta sui graffiti, non era emerso chiaramente che la mano fosse quella dell’imputato. Il giudice l'ha condannato solo per l’episodio delle scritte sul garage del condominio, lasciando dubbia la questione delle altre scritte ingiuriose.



Il servizio completo in edicola nella Voce di giovedì 10 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl