you reporter

Badia Polesine vandalizzata <br/> da graffiti e murales

Il caso

vangadizza1.JPG

Le scritte con la bomboletta spray rossa sulle mura di Parco Munari

13/04/2016 - 11:41

Imbratta con una bomboletta spray rossa il parco "Bruno Munari" all'interno dell'Abbazia della Vangadizza, sia per terra sia sulle mura dell'Abbazia stessa.



Amministrazione comunale e Polizia municipale stanno controllando le videocamere di sorveglianza per trovare il vandalo o i vandali che hanno deturpato lo storico edificio. Per i responsabili è certa la denuncia penale.



Il comune intanto dovrà pagare per togliere le scritte, nel caso in cui non vengano trovati i colpevoli. Proprio grazie alle telecamere erano stati individuati, un paio di anni fa, gli autori di alcune delle scritte presenti sotto il volto all'ingresso del Museo Baruffaldi.



Ma non sono gli unici casi di edifici pubblici vandalizzati: gli spogliatoi del vecchio campo da rugby, lo stadio Verzaro in via Roma, sono interamente ricoperti di parole e segni, così come le tribune. Palazzo degli Estensi in via degli Estensi, ha subito la stessa sorte, così come i giardini pubblici in via Foro Boario. E sempre all'interno di Parco Munari i graffiti sono visibili pure sul muro che dà sul parcheggio al suo interno e, soprattutto, attorno alla Cappella dell'Abbazia.



Il servizio completo in edicola nella Voce di mercoledì 13 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl