you reporter

Inventavano incidenti per intascare i soldi dell'assicurazione

La truffa

71600
Di fantasia ne avevano di sicuro i 40 indagati che inventavano incidenti per incassare i soldi dell'assicurazione. Sinistri inesistenti oppure ricostruiti in modo diverso rispetto alla dinamica reale: ecco come agivano i furbetti che ora rischiano il processo.



A trascinarli in tribunale sono le 11 compagnie assicurative che, a causa di questo raggiro, hanno sborsato indennizzi che oscillano tra i 2mila e i 20mila euro.



Gli incidenti "falsati" si sarebbero svolti tra ottobre del 2009 e dicembre del 2011 in varie località della Bassa padovana, zona da cui provengono quasi tutti i presunti truffatori. A molti di loro viene contestato il reato di associazione a delinquere finalizzata al danneggiamento fraudolenti di beni assicurati.



Ma nel registro degli indagati compaiono anche i nome di due polesani: un 35enne di San Martino di Venezze e un 41enne di Lendinara, che dovranno rispondere di danneggiamento fraudolento. Il pm Benedetto Roberti ha deciso il rinvio a giudizio: la questione sarà discussa in aula il prossimo 22 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl