you reporter

A processo per il giro di false badanti cinesi, assolti i 25 imputati

Dal Tribunale

71725
Assoluzione piena perché il fatto non sussiste: è questo il verdetto del giudice del Tribunale di Rovigo Alessandra Martinelli sul processo delle false badanti cinesi.



Per i 25 imputati l'accusa era di aver messo un piedi una fabbrica di permessi di soggiorno ottenuti attraverso dichiarazioni non veritiere. I cittadini cinesi, secondo le ricostruzioni del pm avrebbero dovuto sborsare 5mila euro per la compilazione dei documenti da inoltrare al ministero. Documenti in cui figuravano come colf al servizio di famiglie italiane.



Il pm aveva chiesto pene pesanti che oscillavano dai 4 anni e mezzo ai 6 per un ventaglio di reati che andava dall'induzione alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atto pubblico alla falsità ideologica commessa da privato in atto privato, passando attraverso il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Ma per gli imputati è arrivata l'assoluzione.



A far nascere i sospetti della polizia, nel 2010, era stato l'alto numero di domande di regolarizzazione da parte di badanti cinesi che lavoravano in nero tra le province di Verona e Rovigo. Dalle indagini condotte era emerso che ben 15 domande erano state inoltrate dal computer di un'agenzia immobiliare di Lendinara, il cui proprietario era finito sotto inchiesta, insieme a molte altre persone sia italiane che cinesi.



Ma nell'attività del titolare dell'agenzia il giudice non ha riscontrato nessun illecito: Roberto Bassi si sarebbe limitato a fare da tramite tra i cittadini cinesi e lo stato. Un sollievo per l'architetto, la cui vita privata e professionale era stata messa a dura prova dall'intera faccenda.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl